Sunday, 24 October, 2021

Intervista di 100GiornidaLeone – Come curare i danni da vaccino – Dr. Giuseppe Di Bella


In questo articolo viene riportata l’intervista che il Dr. Giuseppe Di Bella ha concesso alla piattaforma 100 Giorni da Leoni e già riportata nel sito gemello MetodoDiBella.org.

Analogamente a quanto fatto in altri articoli presenti in questo sito, verrà riportata documentazione – liberamente scaricabile – e link alle principali affermazioni riportate nel video.

Il riportare documentazione ha il vantaggio da un lato di non dare adito a noti utili idioti di speculare riportando baggianate in TV, radio, giornali e blog più o meno noti, inventando di sana pianta stupidaggini a uso e consumo di una pubblicità personale a discapito di terzi.

Dall’altro lato vede lo “svantaggio” di rendere la pagina un po’ più pesante da caricare vista la mole di documentazione che dovrà essere caricata.

L’intervista alla quale si fa riferimento è la seguente:

Documentazione e approfondimenti

Il video parte subito richiamando, al minuto 4’40”, una intervista concessa al canale YouTube SPECKTRUM – OLTRE IL DOGMA, dalla Professoressa Loretta Bolgan. Una intervista da ascoltare con molta attenzione poiché dietro una chiarezza espositiva del dato scientifico, “condita” da una facilità di linguaggio che rende argomenti ostici molto comprensibili, entrando nel merito si ha una inattaccabile conseguenza logica poiché il tutto è dimostrato con riferimento ad una ampia letteratura internazionale relativa alla biologia molecolare e alla biochimica. Gli interessati possono sentire la lunga intervista al seguente video.

 

Medesime convinzioni e scientificità sono espresse dal premio Nobel Luc Montagnier che qualcuno (probabilmente invidioso e con non pochi conflitti di interessi) ha definito un “rinc… oramai buono solo a spingere la carrozzina dei suoi nipoti”.

Giudicate voi chi risulta essere più rincoglionito considerando le differenze di età; Montagnier prossimo ai 90 anni, l’altro un “pezzente mentale” che non ha mai avuto un contraddittorio in TV (n.d.r.) e, anzi, ha all’occorrenza sbianchettato Pfizer dal suo curriculum e sono noti i compensi di diverse case farmaceutiche (fotografia di lato, click per ingrandirla) per non ben specificate (nell’immagine) “attività di consulenza“. Lo stesso soggetto che prima istiga in TV (video alla fine di questo articolo e senza che nessuno gli dicesse di contenersi per le cazzate che diceva, e.g. ordine dei medici, quanto meno per salvare le apparenze!) salvo poi iniziare a frignare come un bambino.

 

 

Analoghe considerazioni per ulteriori illustri personaggi di elevato livello per i quali appena si sono messi contro il sistema ecco che per magia sono diventati un branco di rincoglioniti che non sanno più cosa dicono! Ad esempio è il caso del microbiologo di fama mondiale Raoult Didier (con numero di citazioni e indici vari superiori alla somma di tutti i virologi da salotto) e del Prof. Giulio Tarro.

Invece, guarda caso, tutti coloro che si allineano al pensiero unico avallando le stupidaggini che si sentono in TV sono considerati (e la cosa già farebbe ridere se non fosse di per se tragica) come “i migliori”.

Infatti, per rimanere in tema, al minuto 8’13” viene ricordata una affermazione sentita in TV. Affermazione palesemente falsa, ma mai smentita né dai cosiddetti virologi da salotto tanto meno dagli stessi giornalisti come nel classico primo significato della frase “Che te lo dico a fare” tratta dal film “Donnie Brasco” (evento realmente accaduto).

 

La frase in questione è la seguente:

L’ivermectina è un farmaco pericoloso per le persone: è un vermifugo per cavalli. Non è registrato per le persone, non serve a niente contro il Covid, anzi, fa male.

Questo è il video per coloro i quali non ci dovessero credere:

 

Notare in studio la presenza di tal Pierpaolo Sileri – medico chirurgo e accademico! – che non smentisce e non profferisce parola sulla bufala appena pronunciata dalla veterinaria: delle due o non voleva andare contro il sistema a senso unico o non sapeva nemmeno lui di cosa si stesse parlando …e se tanto ci da tanto!

Infatti la frase riportata dalla veterinaria Ilaria Capua ovvero (occorre ricordare che ogni ospitata di questi propagatori di bufale fa guadagnare agli stessi qualcosa come 2.000€+IVA ogni 10-20 minuti di collegamento, e.g. Quanto guadagnano i virologi per le presenze in tv? Ecco i compensi di Burioni e Capua):

Non è registrato per le persone, non serve a niente contro il Covid

la possiamo dividere in due parti. La prima. “Non è registrato per le persone“.

Non è vero, è una palese bufala ad uso e consumo non si sa di chi e/o di cosa perché la registrazione a uso umano è avvenuta a Maggio 2021 ed ecco la Gazzetta Ufficiale che lo riporta; di preciso la GU Serie Generale n.119 del 20-05-2021 riportata in basso e liberamente scaricabile. A pagina 31 si può leggere l’autorizzazione ad uso umano.


Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Download


 

D’altronde analoghe considerazioni si potevano (possono) leggere sul sito della Humanitas Medical Care. Quindi nella migliore delle ipotesi parliamo di persone che si definiscono “scienziati” ma che non sono nemmeno aggiornati sulle dinamiche di cui vorrebbero parlare (a quanto pare non riuscendoci)!

Il fatto più grave è che in prima serata (o quasi) in TV nessuno fa notare l’inesattezza, non da poco per chi si professa “scienziato/a”, accademico, medico e anche giornalista! Infatti, per quanto ne attiene i giornalisti, nel fermo immagine del video in alto notiamo anche la presenza di tal Senaldi (si rimanda per le sue perle di saggezza al video alla fine del presente articolo), da qualche tempo (con)direttore di Libero. Si, giocando con le parole, “Libero” di incassare soldi pubblici. I tipici liberisti con i soldi degli altri, pubblici nella fattispecie!

Libero di incassare. Al quotidiano di Angelucci 53 milioni di fondi pubblici solo dal 2003 a oggi. L’editore ha goduto di lauti contributi. Ma nel 2017 è stato condannato per una parte di quei fondi

Quindi non ci aspettiamo che la persona (non solo lui, ma gran parte di loro!) vada contro il sistema altrimenti rischiano di vedersi chiudere il rubinetto dei soldi pubblici e poi vedi mai che debbano chiedere il RdC!

Ritornando alla frase della veterinaria Ilaria Capua invero è proprio ad uso veterinario (!) che l’EMA ne ha vietato l’uso per gli animali da latte:

“Uso non consentito negli animali che producono latte per consumo umano.”

come riportato nel documento pdf riportato in basso e liberamente scaricabile; nella tabella a pagina 59 nella colonna Altre disposizioni.


Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Download


 

Seconda affermazione; “Non serve a niente contro il Covid“.

Non sta a noi entrare nel merito, ma per le pubblicazioni di interesse “Ivermectina vs Covid-19” è sufficiente andare su PubMed e riportare, così come è scritta, la frase

Ivermectin covid-19

nel rigo di ricerca per vedere 128 pubblicazioni nel 2020 e nel 2021, ad oggi 18/09/2021, se ne contano già 181. Su queste ci si deve basare e non sulle chiacchiere e bufale propinate a suon di “tot € al chilo” dai e nei salotti televisivi!

Procedendo con il video al minuto 15’00” viene richiamata la proteina Titina (Connectina) e del possibile danno indotto dal vaccino mRNA sul muscolo cardiaco. Infatti tale proteina è la responsabile dell’elasticità e delle proprietà biomeccaniche del muscolo cardiaco come riportato nel database CORDIS nell’articolo – anche in Italiano – Molecular dissection of titin-based mechanisms in charge of cardiomyocyte dysfunction in terminal feart failure.

Nozioni campate in aria? Ma anche no! In tale ottica, infatti, occorre ricordare l’importante numero di miopericarditi riscontrate (Attese vs Osservate) in seguito a somministrazione vaccino mRNA come riportato in una analisi del CDC (figura a lato, un click per ingrandirla). Conclusioni riportate nel documento visibile in basso in formato pdf, liberamente scaricabile e aggiornato al 30 agosto scorso.

 


Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Download


 

Al partire dal minuto 16’12” vengono ricordate ulteriori possibili problematiche al livello vascolare sotto determinate condizioni sfavorevoli come tromboembolie, coagulazioni intravasali disseminate, embolie cerebrali in generale così come avvenuto nella giovanissima Camilla:

Camilla Canepa, parla il medico che l’ha operata: “Mai visto un cervello ridotto così, anormale”;

Camilla Canepa, l’autopsia conferma la morte per emorragia cerebrale. Oggi i funerali della studentessa;

il tutto mentre virologi da salotto continuavano a ripetere il solito mantra salvo fare marcia indietro dopo la morte di Camilla, e.g. solo un paio di esempi, ma vale per molti di loro compreso l’ordine dei medici il quale sembra che nel giro di 3 anni abbia cambiato totalmente idee e dinamiche sulle vaccinazioni:

 

Chi risarcisce oggi questa ragazza, o meglio, i familiari per la perdita ottenuta? E quante altre persone si sono trovate nella medesima condizione ma non essendo stata eseguita l’autopsia sono stati catalogati come “malori iprovvisi“?

Al minuto 18’45” viene inoltre ricordato il problema dell’ADE (Antibody-Dependent Enhancement) a quanto pare verificatosi nel decesso di un sottufficiale subito dopo aver fatto il vaccino: Una perizia che lascia aperti molti interrogativi.

Ad esempio un altro caso venuto alla ribalta è relativo alla sindaca di Roma Virginia Raggi che ha contratto il Covid a Novembre 2020 e il cui medico curante le ha detto di non fare il vaccino a causa proprio di anticorpi molto alti:

Virginia Raggi: “Non sono vaccinata perché ho gli anticorpi e mi è stato suggerito di non farlo”

Una delle pochissime decisioni di buon senso che si sono sentite in TV negli ultimi 15-18 mesi.

Di seguito un tipico sierologico IgG di soggetto che ha contratto Covid-19 in maniera quasi asintomatica a distanza di circa 10 mesi (Dicembre 2020). Probabilmente (è solo una nostra ipotesi) più o meno gli stessi valori potrebbe averli la sindaca Virginia Raggi.

Che dite, qualcuno farà mai confrontare in maniera onesta senza alterazioni di sorta questi valori di chi ha contratto il virus rispetto a chi si è vaccinato a doppia dose dopo lo stesso periodo di tempo (circa 10 mesi)? Poiché la chiacchiere stanno a 0 allora:

– Possiamo vedere i sierologici di tutti quelli che hanno il cosiddetto Green Pass?

– Possiamo vedere in diretta i sierologici di tutti i politici – cosiddetta accozzaglia della maggioranza e della pseudo opposizione – del PdC e del PdR?

– Siamo proprio sicuri che tutti quelli che hanno il cosiddetto Green Pass abbiano sviluppato gli anticorpi?

– In base a quale criterio (ovviamente quello del ricatto!) e elemento oggettivo misurabile viene rilasciato il cosiddetto Green Pass se non si conosce nemmeno la situazione anticorpale del soggetto che ottiene il Green Pass medesimo?

 

 

 

 

Al minuto 23’45” viene posto il problema sui malati oncologici per i quali sembrerebbe osservarsi una accelerazione della patologia: U.S. doctor reports a ’20 times increase’ of cancer in vaccinated patients.

Su queste basi nuovi interrogativi si pongono come:

  • il mRNA che porta “l’ordine” di produrre la Spike viene o meno “intercettato” dalle cellule tumorali? E dalle tumorali metastatiche? Con quali effetti?
  • Il mRNA interferisce o meno con la proteina P53 che in qualche modo tende a bloccare i tumori nascenti? Se si, in che modo e con quali effetti?

Da Is it safe for cancer patients to get any type of vaccine? è riportato chiaramente:

People with cancer (or with a history of cancer) can get some vaccines, but this depends on many factors, such as the type of vaccine, the type of cancer a person has (had), if they are still being treated for cancer, and if their immune system is working properly. Because of this, it’s best to talk with your doctor before getting any type of vaccine.

ovvero:

Le persone con patologie tumorali (o con una storia di cancro) possono fare alcuni vaccini, ma questo dipende da molti fattori, come il tipo di vaccino, il tipo di cancro che una persona ha (o ha avuto), se si è ancora in cura per la patologia in essere e se il loro sistema immunitario funziona correttamente. Per questo motivo, è meglio parlare con il medico prima di ottenere qualsiasi tipo di vaccino.

Tutti questi fattori vengono considerati dai prodi inoculatori dell’elisir di lunga vita prima di trattare un malato oncologico?

La velocità con la quale inoculano l’elisir di lunga vita ci fa propendere – con poche o nulle probabilità di smentita – per un semplice no. Nessun medico prende in considerazione i fattori ivi riportati.

Ma ulteriori interrogativi si pongono e mai dissipati in oltre 15 mesi di pure e mere cazzate televisive:

  • Cosa sono e come interagisce il vaccino con i linfociti T;
  • Cosa sono e come interagisce il vaccino con i linfociti soppressor;
  • Cosa sono e come interagisce il vaccino con i linfociti NK;
  • Cosa sono e come interagisce il vaccino con i linfociti helper;
  • Cosa sono e come interagisce il vaccino con i linfociti B;
  • Cosa è una risposta autoimmunitaria e che effetto può produrre in tal senso il vaccino;
  • Cos’è l’effetto ADE manifestamente riscontrato ad esempio nella Dengue da un virologo (uno di quello veri!) nel 1977;
  • Perché alte percentuali dei vaccinati si ritrovano con un d-dimero alto/relativamente alto e che cosa comporta questo valore;
  • Perché alte percentuali dei vaccinati si ritrovano con una alterazione dell’MCV (valore corpuscolare medio) e che cosa comporta/potrebbe comportare questa alterazione;
  • Cos’è e come avviene la formazione anticorpopoietica nei soggetti – bambini compresi – che si sottopongono a vaccinazione. La dinamica è uguale per tutti oppure intervengono/potrebbero intervenire fattori terzi (e se si quali) ad alterarla deviandola dalla sua “normale curva”;
  • Leucociti, glutatione e interferone come potrebbero interagire con l’mRNA vaccino;
  • La lipoproteina che trasporta il messaggio RNA del siero vaccinale dove si inserisce al livello di citoplasma sui ribosomi e sui mitocondri e qual è la sua interazione sul corpo di Golgi.

Tutte queste informazioni dove si possono trovare? Sono stati mai analizzati e discussi questi aspetti dai (pseudo)virologi da salotti televisivi?

Quanto riportato non è presente nemmeno nel consenso informato quindi in cosa avrebbe la presunzione di informare un incompleto consenso informato?

Chi si vaccina non è informato di nulla su tutto ciò ed è costretto – sotto ricatto lavorativo – a vaccinarsi. Una metodologia così dozzinale e superficiale non si era mai vista in tutta la storia della medicina. È sufficiente pensare alle idiozie degli Aperivax e degli OpenDay delle vaccinazioni, come se fosse un gioco ma dove c’è scappato il morto – e probabilmente molti dei “malori improvvisi” – senza che nessuno si prendesse alcuna responsabilità.

Per la serie “Mors tua, vita mea” locuzione particolarmente veritiera per produttori (che non hanno responsabilità alcuna), per i governi (che non si prendono alcuna responsabilità) e medici inoculatori che hanno lo scudo penale e vengono pagati 80€ l’ora per inoculare l’elisir di lunga vita (Compensi per vaccini: competizione tra medici). Quindi possono mai rifiutarsi? Ovvio che no. Cosa gli frega, non hanno responsabilità e in più hanno congrue entrate addizionali ogni mese.

Al minuto 29’10” viene ricordato l’uso della clorochina, altra sostanza bistrattata (per meri interessi economici probabilmente, n.d.r.). Sempre su PubMed utilizzando, ad esempio, la frase di ricerca:

covid-19 chloroquine

si possono trovare 1778 pubblicazioni nel 2020 e nel 2021, ad oggi 18/09/2021, sono 864.

Subito dopo viene ricordata la prevenzione antivirale suggerita oramai 1 anno fa da questo sito e dal gemello metododibella.org di preciso nella pagina Covid-19 : PREVENZIONE ANTI-VIRALE (documentazione e riscontri bibliografici)a cui gli ineteressati possono fare riferimento.

Per finire una considerazione sull’immagine di apertura che non si vede nella sua interezza e che riportiamo in basso.

Notare il grande coraggio, la grande conoscenza e il grande senso di responsabilità dei soggetti appartenenti alla parte alta dell’immagine.

 

Una immagine che parla di responsabilità, la stessa responsabilità che chiedono i cosiddetti politici, il PdR e il PdC con le loro forbite frasi praticamente vuote o comunque a contenuto scontato – trito e ritrito che puzza di stanto – ma senza però prendersi loro alcuna responsabilità (chi non è in grado di operare in questo modo? Così siam capaci tutti!).

Il produttore (dei vaccini) non ha responsabilità su ciò che vende, ma ha lauti guadagni da ciò che vende (e.g. Da Astrazeneca a Pfizer e Novavax: profitti verso il raddoppio per i produttori di vaccini e farmaci anti Covid. Supereranno i 70 miliardi).

Il medico/infermiere che inocula l’elisir di lunga vita è immune; all’atto pratico ha lo scudo penale quindi non ha alcuna responsabilità (il medico, l’infermiere è un suo “sottoposto” e in quanto tale non ha responsabilità per definizione) su ciò che va ad iniettare qualunque cosa accada alla persona che riceve l’elisir miracoloso!

Il Governo non si prende alcuna responsabilità sugli effetti avversi (e.g. vedasi il caso della giovane Camilla, ma non solo).

…ma se io rifiuto il vaccino vengo etichettato una persona irresponsabile dagli stessi soggetti che non si prendono alcuna responsabilità!

Una persona da ricattare sul posto di lavoro, un vero e proprio mobbing di Stato autorizzato (con i tre poteri – legislativo, esecutivo e giudiziario – a fare cartello come oramai appare evidente, si danno vicendevolmente ragione di continuo tra di loro! n.d.r.) e se porto avanti le mie ragioni vengo trattato come un soggetto cit.: “da saziare con il piombo“, “da fucilare“, fonte video in basso subito dopo l’immagine. Ma su queste frasi nessuno indaga. Medesime affermazioni/frasi riportate sui social da un “comune mortale” sono oggetto di indagini della polizia postale e della Digos.

 

 

Infine alcune perle di saggezza (spero si capisca il sarcasmo! n.d.r.) che si sono sentite/lette/viste negli ultimi 15 mesi.

La lista ovviamente non è esaustiva mancano ad esempio quelle di Gad Lerner:

“Non vaccinati fuori legge”

del tuttologo Scanzi Andrea:

Vorrei vedervi morire come mosche

o della sua attempata ex ragazzotta Lucarelli Selvaggia in risposta alla Parisi:

Come vorrei un virus che ti mangi gli organi in dieci minuti riducendoti ad una poltiglia verde

e molte altre di infermieri e medici (i cosiddetti “eroi”), politici, tuttologi falliti e chi più ne ha più ne metta.

 

Fonte:

Calendar

Settembre: 2021
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Categories

Social Profile