per specifiche informazioni di carattere medico o scientifico, potete visitare il sito ufficiale www.metododibella.org


Commenti scritti nel Forum

La "scienziata" Lorenzin se lo poteva scegliere meglio il riferimento, dato che anche Veronesi é morto dopo "lunga malattia".
E mentre ci siamo, é di oggi la notizia che Avidsen, il regista di Rocky e di altri film é morto di cancro.
Credono davvero di potere andare avanti all'infinito con la solita solfa delle guarigioni (che nessuno vede)?

Un saluto a tutti
postato da: Alida M. (RM) in data: 2017-06-17 12:13:03.0
Questa mattina ho seguito una trasmissione Rai in cui è stata intervistata la Lorenzin, con grande enfasi sosteneva le cure convenzionali anticancro del prof. Veronesi, dicendo che farà di tutto affinchè qualsiasi altro "rimedio" non convenzionale, venga sfatato e messo al bando in modo definitivo, perchè solo le cure "convenzionali" hanno una valenza scientifica, con prove certe di guarigioni effettivamente avvenute, e poi praticamente concludeva che per chi non ce la fa non è certo colpa della cura ma della malattia, che in alcuni casi non lascia scampo. Ovvia conclusione... per chi vuol lavarsene le mani.
Non ho parole da aggiungere.
Un caro saluto al nostro carissimo dottore Giuseppe, a lei e a tutto lo staff.


Dichiarazioni di alte personalità scientifiche, per di più note per la loro insensibilità nei confronti di qualsiasi tipo di lusinga e interesse, lasciano senza parole.

Quanto ai rari casi nei quali le formidabili, sofisticate e scientificissime cure oncologiche convenzionali non riescono a salvare il paziente, nulla può essere loro addebitato, perchè il decesso non é causato dal cancro, ma da lunga malattia.

Una massima latina recita:

"Obsequium amicos, veritas odium parit"
(il servilismo genera amici, la verità odio)

Un caro saluto


ADB

postato da: sandra (foligno) in data: 2017-06-17 10:30:47.0
Buona sera a tutti voi che da molto tempo vi battete per la Verità. La verità fa sempre scappare i corrotti come se mandasse un fetore insopportabile.

Vi seguo da alcuni mesi e anche se sono contrario a scrivere sui blog ne sentivo il bisogno per manifestarvi la mia solidarietà e la più totale comunanza di opinioni. In particolare volevo sottolineare come quello che avete scritto trova sempre più conferme: sto parlando del decreto sui vaccini che lascia senza parole per i toni dittatoriali che non si erano mai sentiti e per le censure. Come non concludere che é una colossale operazione commerciale?

Si sono superati tutti i limiti e questo costerà molto caro ai venduti di casa nostra, ed era ora.
Dopo il magistrato Imposimato anche l'ex vicepresidente della corte costituzionale Maddalena parla chiaramente di incostituzionalità, mentre si sta diffondendo la notizia che il consulente di fiducia del ministro della salute fa parte del consiglio di amministraziuone della Glaxo, che prevede di fare 1 miliardo di fatturato in Italia proprio con i vaccini. E cosa aspettano ad aprire un'inchiesta?
Allego il link
http://www.agenziagiornalisticaopinione.it/opinionews/vaccini-codacons-anac-un-dirigente-cda-glaxo-puo-firmare-atti-pubblici/


E invece di tornare nei ranghi chiamano a raccolta i loro dipendenti per sputare veleno. Ho anche notato che sono usciti articoli a getto continuo contro il Mdb.

Solo gli stupidi possono non capire che razza di carrozzone é diventata l'Italia: il bengodi dei ladri e dei farabutti.

Con stima


Grazie della sua vicinanza.
Come sempre chi agisce per secondi fini usa e fa usare terminologie insulse ("antivax") coniate per stornare l'attenzione dalle motivazioni reali di chi dissente e bollarlo con marchio d'infamia.

L'impressione di tanti é che i....."furbetti" di regime (tanto per usare un'abusata quanto stupida espressione) abbiano fatto un clamoroso passo falso, ebbri del proprio delirio di potenza.

Quanto alla pioggia incessante di trasmissioni e articoli ingiuriosi e mistificatori contro il Mdb, vorremmo chiedere agli affannati protagonisti ed ai loro committenti come mai dedichino tanto prezioso tempo...e tanto sacro furore al Mdb. La risposta l'ha già data lei: per certi signori la verità é fetore e non profumo.

Se cercano la bagarre e risposte di pari inciviltà hanno sbagliato i loro calcoli. Visto che scorrettamente mai é stato offerto un contraddittorio paritetico (altro esempio di spirito liberale...), la nostra reazione ha preso e prenderà esclusivamente la forma di diffide e richieste di rettifica (a dire il vero in parte già esaudite), oltre che di querele accompagnate da azioni civili.

Avremo così almeno la soddisfazione di decurtare certi pingui cachet. Occorrerà attendere a lungo, visti i tempi della giustizia civile? Non importa: noi abbiamo pazienza; tanta, tanta pazienza.

Un cordiale saluto

STAFF D.B.I.

postato da: Carlo Maria Venezian (BS) in data: 2017-06-12 18:07:19.0
Dopo le 4 citazioni che avete collezionato qualche giorno fa (come da mio commento, come è facile verificare scorrendoli all'indietro), vi porto a conoscenza di ulteriori 2 citazioni "fresche fresche" alla vostra pubblicazione:

Melatonin Anticancer Effects: Review

in sostanza questa:

http://www.mdpi.com/1422-0067/14/2/2410

La prima in questo, presumo, PhD:

https://sechenov.ru/upload/medialibrary/381/dissertatsiya_ogneva_olga_igorevna.pdf

Scrivo "presumo" perché non conosco il Cirillico. La citazione è a pagina 210 del pdf al riferimento numero 186.

La seconda citazione in questa pubblicazione:

Relationships of salivary cortisol and melatonin rhythms to sleep quality, emotion, and fatigue levels in patients with newly diagnosed lung cancer


http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1462388917301497

e la cui versione completa (6 pagine in pdf) è reperibile all'indirizzo che segue:

https://goo.gl/ksrIRM



Saluti


Grazie Michele.
Mentre a livello internazionale c'é un interesse crescente sia per le pubblicazioni sperimentali che per quelle di casistica clinica relative al Mdb, nel nostro Paese - che assomiglia ad un campo dopo l'incursione di cavallette - si pagano o allettano ratti di fogna per vomitare ogni sorta di falsità.

Non ci sarebbe da meravigliarsi se le tv nazionali praticassero sconti ai biscottifici che commissionassero spot pubblicitari così formulati: "senza olio di palma - assolutamente contrari all'intruglio Mdb".

A casa nostra, come sempre, eccelliamo in campi nei quali sarebbe onorevole occupare gli ultimi posti.

Un caro saluto

ADB

postato da: Michele (Frosinone) in data: 2017-06-11 13:36:26.0
Buongiorno. Credo sia una notizia importante che conferma quello che dicevate nell'ultima discussione pubblicata:

http://www.freedompress.cc/vaccini-mattarella-firma-decreto-legge-lorenzin-imposimato-tangente-legalizzata-un-criminale/


Noi abbiamo avuto sempre fiducia che le grandi verità, come le grandi menzogne, prima o poi emergono. Il dramma é quanto ed a quanti potrà costare questo "prima o poi".

Grazie e un caro saluto



STAFF D.B.I.

postato da: Anna L. (LT) in data: 2017-06-10 14:37:00.0
Ermes ha scritto di tutte le manifestazioni di protesta dei genitori per l'assurdo decreto sui vaccini che sono state completamente ignorate dai giornali. E dire che in alcune c'era un sacco di gente, ma non conta niente, perchè con i soldi che ci sono in ballo ai nostri politici non importa niente. E dobbiamo sentire anche certi c.... notori come...(omissis) dare degli ignoranti e degli assassini ai genitori che non vogliono subire la prepotenza di vaccini a go go.

Non sono nato ieri ma avantieri e mi ricordo di quando c'era il carosello e di una pubblicità della China Martini, che diceva "non dura minga non dura no". Mi sa tanto che non finirà bene per i politici e per certe c... (omissis) che vendono il ...(omissis). Non dura minga non dura no, vedrete.

postato da: Carlino M. (Modena) in data: 2017-06-07 18:10:04.0
GRAZIE per le Sue parole dott. Adolfo. Sono come un soffio di brezza su di una ferita aperta, che ti permette di stringere i denti e di andare avanti con l'aiuto di Dio.
Buon lavoro a voi tutti e che Dio vi assista in questo difficile cammino.
Beatrice Bignami.
postato da: beatrice bignami (bologna) in data: 2017-06-06 12:36:49.0
Egregi Signori,sono una paziente del Dott. Giuseppe Di Bella dal 2009. Ero affetta da tumore al seno, e Vi ho già scritto diverse volte per ringraziare il Dottore e lo staff per i risultati felici sulla mia malattia.

In questi giorni una persona di mia conoscenza mi ha raccontato l'esperienza di una sua nipote. Diagnosticatole un tumore al seno nell'autunno del 2016, iniziò la trafila presso l'ospedale Bellaria di Bologna delle radioterapie e delle chemio.
Non mi ha saputo dire come, ad un certo punto andò pure dal Dott. di Bella. Questa nipote di 40 anni con suo marito si spaventarono per le parole sentite (non mi ha saputo riferire chi parlò loro così) relativamente alla necessità di non pubblicizzare che era in terapia col MDB. Forse erano spaventati da tutta la vicenda che stavano vivendo, o forse dal costo della terapia, fatto sta che proseguirono con quella ufficiale (assassina).

Questa notte è morta distrutta dalle metastasi e dal dolore. Io ho vissuto la mia malattia con una grande fiducia in Dio e nel Dott. Di Bella, non ho mai taciuto che facevo il MDB nè con il mio dottore di base nè in qualsiasi luogo andassi per fare esami, TAC, RM, scintigrafie ed altro.
Ho sempre raccontato a tutti la mia esperienza, mi sono confrontata con professoroni, con primari ed a tutti ho detto " Ricordatevi che se muoio avete il DOVERE di dire che la terapia Di Bella è inutile, ma se campo avete il SACROSANTO DOVERE, per non essere anche voi degli assassini, di promuoverla".

Ho avuto la fortuna di potermi permettere il MDB, che è veramente un costo difficile da sostenere per una persona con un reddito non elevato. Lo stato sperperone paga chemio costosissime e mortali e non paga una terapia che salva la vita. Ma le crociere, gli orologi e gli altri premi ai medici da parte delle case farmaceutiche sono lo sterco del demonio che li porterà a bruciare all'inferno come assassini. Lo so che non tutti i tumori sono aggredibili, ma credo che se i ricercatori affrontassero la materia con più fede e umanità, la battaglia ora sarebbe già vinta.

La Professoressa Patrizia Paterlini, che qui ultimamente sta comunicando al mondo la sua scoperta, e che io conosco personalmente, è un esempio di ciò che insieme si potrebbe fare per scoprire le cellule cancerogene e colpirle al più presto con il MDB.

GRAZIE ANCORA PER CIO' CHE FATE, ma vi chiedo di fare ancora di più, e scusate questo mio sfogo. Beatrice Bignami


Signora Beatrice,

Infinite volte ci siamo interrogati sulle ragioni di certi comportamenti, incapaci di capirli e di immedesimarci nella psiche di chi li pone in atto, cosa ardua senza avere in comune coi responsabili mente, cuore e anima. Uno dei più grandi esploratori del male, Fëdor Dostoevskij, scrisse nel suo "I fratelli Karamazov" una frase che dovrebbe farci molto riflettere: "ciascuno di noi è colpevole di tutto e per tutti sulla Terra, questo è indubbio, non solo a causa della colpa comune originaria, ma ciascuno individualmente per tutti gli uomini e per ogni uomo sulla Terra".

Sono colpevoli i medici che hanno dimenticato (o consentito fosse fatto loro dimenticare) quella che dovrebbe essere la loro vocazione ed ispirazione: salvaguardare la vita, rimediare alla sofferenza, inchinarsi unicamente alla scienza; sono colpevoli coloro che, incaricati di seguirli nella loro formazione, hanno mancato al loro elevato compito umano e sociale, cedendo alle lusinghe del potere e del denaro; sono colpevoli quanti hanno subordinato il bene comune, nel legiferare e governare, a finalità di servilismo, ambizione e potere; sono colpevoli tutti i cittadini che non fanno sentire la loro voce di protesta per le mille ingiustizie e disumanità delle quali sono vittime; sono colpevoli, infine, quanti si paludano da servitori di Dio ma ne tradiscono la parola, abdicando alla funzione di estrema diga contro l'imperversare del male e della barbarie, trasformandosi così in complici del male stesso.

Più che le case farmaceutiche, lo sterco del demonio comprende quanti nel corso di mezzo secolo hanno consentito loro di infettare e colonizzare l'università, la classe medica, l'editoria scientifica, il mondo dell'informazione, e di spargere il seme della corruzione tra i rappresentanti della collettività ed in ogni ambiente sociale, erigendo così una piramide di mistificazione e ipocrisia quale mai s'era vista nella storia dell'umanità.

La sua amarezza per il tragico epilogo che descrive é stata la nostra in numerose occasioni. E' terribile vedere malati andare incontro a sofferenza e morte certa e non poter fare nulla per salvarli, dato che é possibile - e doveroso - solo indicare loro la strada della salvezza. Ci é toccato anche di dover condividere questo struggente senso di impotenza con i loro cari, sovrastati da assicurazioni o informazioni tanto categoriche quanto infondate che avevano determinato le decisioni del paziente, e a volte pure dall'indignata riottosità della parentela.
Il Male é questo: mentire sapendo di mentire, a qualsiasi costo, pur di sostenere dogmi o scomuniche che suona quale sacrilegio mettere in dubbio. La cifra della perversione logica e morale dell'oggi é data proprio da questa forza, non definibile altro che demoniaca, che riesce a soffocare sia la coscienza - se ne é rimasta qualche traccia - che la logica scientifica, incapace di far sentire la sua voce di fronte a risultati sistematicamente negativi da una parte, e ad una pletora di benefici dall'altra.

Noi spesso suggeriamo ai pazienti in Mdb di non far cenno della cura che seguono. Ciò che ci sta più a cuore é il recupero di una vita o, quando non più in tempo, una migliore sopravvivenza, per cui una lunga e quasi sistematica esperienza di soprusi e prepotenze ci obbliga moralmente a fare quanto in noi per evitare che malati e loro congiunti ne paghino le conseguenze. Ciò non toglie che una condotta coraggiosa come la sua sia degna di lode e ammirazione. Forse i nostri consigli sono opinabili, stante l'abitudine di vere e proprie indagini poliziesche su pazienti che non risultano seguire le cure ufficiali, ma la posta in gioco per un certo establishment é talmente alta che non esiterebbero, di fronte a pazienti non intimoriti e reattivi, ad adottare misure ancor più autoritarie e violente (come sta avvenendo per recenti vicende sanitarie).

Quanto al costo della terapia, risibile se paragonato a quello della farmacologia oncologica, rilevante se deve essere sostenuto dal malato, questo é l'ennesimo sudicio, miserabile, e diabolico escamotage per cercare di contrastare in ogni modo una verità che non sono riusciti e non riusciranno a soffocare. Per consolarci di fronte a tanto male, valga ricordare il famoso non praevalebunt:
"Tu sei Pietro, e su questa pietra edificherò la mia Chiesa, e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa" (Matteo 16,17-19).

STAFF D.B.I.

ADB

 

postato da: bignami beatrice (Bologna) in data: 2017-06-06 09:44:48.0
Posto un link molto interessante, a proposito dei vaccini sicuri...
Un saluto a tutti

http://www.agi.it/rubriche/la-voce-del-consumatore/2017/06/05/news/vaccini_codacons_
sentenza_della_corte_dappello_di_milano_
smentisce_aifa-1847228
/



Ci sembra utile riportare integralmente il testo:

"Accertato in via definitiva nesso tra vaccino e malattia, ministero condannato a risarcire. Intanto da banca dati europea spuntano 8.409 casi di sospette reazioni avverse tra il 2012 e il 2017.


Codacons presenta nuova denuncia contro Aifa e pubblica sul proprio sito modulo con cui genitori possono chiedere indagini pre-vaccinali.

(Codacons) - Una recentissima sentenza della Corte d'Appello di Milano smentisce l'Aifa e conferma in via definitiva il nesso di causalità tra vaccini e una grave patologia di una neonata. Lo afferma il Codacons, che rende nota la decisione passata in giudicato e annuncia una nuova denuncia contro l'Aifa per le informazioni non corrette diffuse negli ultimi giorni. La Corte d'Appello ha infatti riconosciuto il nesso causale tra il vaccino somministrato ad una neonata di sei mesi e la grave encefalopatia sviluppata dalla bambina, condannando il Ministero della salute a risarcire la famiglia in base alla legge 210/92. Si legge nella sentenza (Pres. Monica Vitali, Rel. Maria Di Paolo): "Il Ctu ha accertato che, fino alla somministrazione del vaccino, la piccola presentava uno sviluppo assolutamente normale e non aveva sofferto di alcun disturbo. I primi disturbi del comportamento e della motilità si manifestano appena qualche giorno dopo la somministrazione della II dose di vaccino e sono subito seguiti da episodi compulsivi. [...] Il Ctu, sulla base di letteratura nazionale ed internazionale, rileva che esiste "plausibilità biologica" tra encefalopatia e vaccino del tipo di quello somministrato, nel senso che l' encefalopatia viene annoverata tra le c.d. reazioni avverse a quel tipo di vaccino [...] In conclusione il Ctu afferma qualcosa di diverso rispetto a quanto ritenuto dall'appellante. Non si tratta di "compatibilità" ma di "alta probabilità" desunta a seguito di un iter logico che il Collegio ritiene chiaro e documentato".
I giudici così come i periti hanno accertato oltre ogni ragionevole dubbio che il vaccino ha plausibilmente causato la malattia nella neonata - spiega il Codacons - Alla luce di tale sentenza le ultime affermazioni rese da Aifa circa le reazioni avverse alle vaccinazioni appaiono non esaustive, e rischiano di fornire una informazione non completa alle famiglie. Ancor di più se si considerano i numeri che emergono dalla "Banca Dati Europea delle Segnalazioni di Sospette Reazioni Avverse ai Farmaci", entrata in funzione nel 2012 e liberamente accessibile all'indirizzo http://www.adrreports.eu/it/index.html , secondo cui per il vaccino "Infanrix Hexa" ci sarebbero 8.409 segnalazioni di sospette reazioni avverse (aggiornate ad Aprile 2017). Per tale motivo l'associazione - ribadendo ancora una volta l'importanza delle vaccinazioni - annuncia una nuova denuncia in Procura contro i vertici dell'Agenzia del Farmaco, e pubblica sul proprio sito www.codacons.it il modulo con cui i genitori possono chiedere indagini pre-vaccinali per i propri figli".
postato da: Ermes V. (FO) in data: 2017-06-05 19:28:51.0
Nessuno ha saputo che ci sono state manifestazioni di genitori per protestare contro il decreto dei vaccini in diverse città, Udine, Padova, Firenze eccetera, ma non abbiamo sentito niente dalla stampa e dalla televisione, e questo dovrebbe fare aprire gli occhi a tutti perchè significa che non siamo più un paese libero.
Quanto hanno pagato ai nostri politici per dichiarare l'Italia "paese guida per le vaccinazioni"?
Non avete speranza che andando a votare possa cambiare la situazione?


Finora non sono emerse prove su transazioni economiche intercorse, anche se dal previsto miliardo di profitti per i produttori di vaccini - il che vuol dire soldi tolti di tasca ai cittadini indigenti e ai disoccupati - si possono diramare tanti rigagnoli, sempre assai graditi a chi sta ormai finendo di svendere Italia e Italiani.

Non dimentichi però che ci sono tanti tipi di monete, e una delle più comuni consiste nell'appoggiare - per non dire imporre ad ogni costo - esecutivi privi di sufficiente consenso elettorale.

Intanto la maggior parte dei cittadini continua a sonnecchiare. Speranze? No, ne abbiamo assai poche. Pur lontani le mille miglia dall'agone pollitico, non vediamo alternative credibili, ma solo l'alternarsi di famiglie partitiche, in analogia con le "famiglie" della mafia, della camorra o della 'ndrangheta: cambia solo il nome, perché sotto la casacca c'é sempre il corpo corrotto di malviventi ed estorsori.

D'altronde cosa c'é da attendersi da un paese la cui magistratura dichiara forma d'arte la cd. "lap dance"?
In attesa che anche minzione e defecazione in pubblico assurgano a nuove forme d'arte,
la salutiamo cordialmente

STAFF D.B.I.

postato da: Ermes V. (FO) in data: 2017-06-03 23:16:00.0
Riportiamo un lancio di agenzia di ieri (AGI), totalmente ignorato dai telegiornali.



"VACCINI: CODACONS, DENUNCIATA LORENZIN LEGGE BOOMERANG PER GOVERNO- Roma, 30 mag.

«Oggi abbiamo presentato una denuncia penale contro il ministro Lorenzin in 5 procure della Repubblica: sono le 5 procure dove sono arrivati i casi di 5 bambini che, in base alle segnalazioni all'Aifa da parte delle case farmaceutiche e delle Asl, sarebbero morti a causa della somministrazione di vaccini».
Lo ha detto il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, in una conferenza stampa. Queste procure, ha precisato Rienzi, sono in Piemonte, Lombardia, Sicilia e Basilicata. Il numero uno del Codacons ha poi aggiunto:
«Il decreto Lorenzin (che introduce l'obbligatorietà dei vaccini all'asilo e alla scuola dell'infanzia e delle sanzioni per le famiglie dei non vaccinati alla scuola dell'obbligo) è vergognoso: una legge talmente folle che sarà un boomerang per il governo perchè è insostenibile. Soltanto se si facessero le indagini prevaccinali si bloccherebbe per due anni il sistema sanitario nazionale. E le famiglie hanno diritto di chiedere alle Asl di effettuare le indagini prevaccinali».

Per Rienzi, «non c'è un reale calo della copertura vaccinale nel nostro Paese», mentre si sarebbe registrato «uno stranissimo aumento dei casi di reazioni avverse», in base ad un documento che avrebbe prodotto l'Aifa per la Procura di Torino, che indaga su una morte sospetta.

«Nella vicenda dei vaccini - ha proseguito Rienzi - c'è un aspetto molto discutibile: quello dei grandi guadagni delle case farmaceutiche. Con 12 vaccini obbligatori, come prevede il decreto Lorenzin, queste riceverebbero 1 miliardo di euro l'anno. È un grande affare».

Rienzi ha infine parlato di «politica delinquenziale delle case farmaceutiche che uniscono i vaccini fra di loro per fare affari», citando presunte dichiarazioni dell'ad della GlaxoSmithKline.
«Il Codacons - ha concluso - non è contro i vaccini: la nostra battaglia è per poterli avere disponibili singoli in commercio e per avere dei vaccini sicuri. Infine, ci battiamo per le visite pre-vaccinali. Abbiamo anche inviato una lettera al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e al presidente del Senato, Pietro Grasso».


Poichè non é ancora ufficialmente illegale informare, abbiamo preso spunto dalla disamina di uno studio di alcuni anni fa fatta da un giornalista fuori dal coro (P. Barnard).

Si tratta di una pubblicazione del settembre 2011 del "The National Institutes of Healths, National Center for Biotechnology Information", espressione della più ufficiale "autorità" in campo vaccinale. Il lavoro, dei ricercatori Neil Z. Miller e Gary S. Goldman, e intitolato "Infant mortality rates regressed against number of vaccine doses routinely given: Is there a biochemical or synergistic toxicity?", esamina sia il tasso di mortalità infantile (IMR) che la "sindrome del decesso improvviso infantile" (SIDS) in 34 paesi evoluti e in altri considerati facenti parte del terzo mondo.

vedi:
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3170075/

Vengono sottolineati alcuni passi del testo, che é opportuno riportare: "L'analisi della regressione lineare della IMR media, ha mostrato un'alta correlazione statistica significativa fra l'aumento del numero delle dosi-vaccini e l'aumento dei tassi di mortalità infantile......E' essenziale che si faccia uno scrutinio urgente della correlazione fra le dosi-vaccini, la loro tossicità biochimica o sinergistica, e il Tasso di Mortalità Infantile, IMR".

Lo studio fa anche presente, con riferimento ai bambini del Terzo Mondo, che la causa di mortalità di gran lunga maggiore non dipende dalle consuete malattie dell'infanzia, ma dalla malnutrizione. L'assunto di Bill Gates....che le vaccinazioni di massa nei Paesi Poveri costituiscano la via di salvezza dei bimbi viene smentito:

"E' istruttivo notare che le vaccinazioni sono diffusissime nei Paesi Poveri, con tassi di vaccinazioni di oltre il 90% dei bambini presenti... eppure hanno lo stesso una IMR tragica. Per dare un termine di paragone, la IMR degli USA è 6,2 morti su 1000 parti; il Gambia obbliga i bambini a 22 dosi di vaccini, ma la IMR è di 68,8. La Mongolia somministra lo stesso numero di dosi vaccini, con IMR di 39,9. Questo prova che la IMR del Terzo Mondo ha assai più a che fare con la malnutrizione, acqua infetta, e sistemi sanitari carenti. Non  con l'assenza di vaccini. Abbiamo scoperto che anche nei Paesi in via di Sviluppo esiste una relazione inversamente proporzionale fra il numero dei vaccini somministrati e la IMR: le nazioni con la peggiore IMR sono quelle che somministrano ai bambini il maggior numero di vaccini".
Per quanto riguarda i paesi "evoluti":

"Gli USA hanno visto pochissimi progressi nella IMR dall'anno 2000, e le tradizionali cause di IMR (da parto ecc.) non spiegano questo fenomeno... Si noti che nel 2009, cinque delle 34 nazioni con il miglior tasso di IMR richiedevano solo 12 dosi-vaccini, il numero minore, mentre gli Stati Uniti ne richiedeva 26, il maggior numero al mondo..... Fra le 34 nazioni ricche analizzate, quelle che richiedono il più alto numero di vaccini, tendono ad avere la peggior IMR".

Per quanto riguarda la SIDS (sindrome del decesso improvviso infantile):

"Prima dei programmi di vaccinazione, la SIDS era così rara che neppure veniva citata nelle statistiche della IMR"....Negli USA le campagne di immunizzazione nazionali iniziarono nel 1960, e per la prima volta nella Storia i nostri bambini furono inoculati contro difterite pertosse tetano, polio, morbillo, orecchioni e rosolia. Improvvisamente nel 1967 la clinica medica coniò una nuova forma di mortalità infantile, la SIDS. E dal 1980, la SIDS è divenuta la maggior causa di mortalità postneonatale in America. ....Uno studio di Torch scoprì che 2/3 degli infanti morti di SIDS erano stati vaccinati contro la difterite, pertosse, tetano appena prima di morire".

Ricercatori citati (Fine & Chen) avevano scritto:
"I bambini muoiono di SIDS a un tasso quasi 8 volte superiore alla norma entro 3 giorni dall'inoculazione contro difterite pertosse tetano ....Uno studio di Ottaviani et al. ha documentato il caso di un infante di 3 mesi morto di SIDS dopo una inoculazione di 6 vaccini contemporaneamente... Ottaviani et al. scrissero: ‘Questo caso ci offre un allarme unico nel capire il possibile ruolo di queste vaccinazioni nel causare morti improvvise in bambini vulnerabili... Senza studi anatomopatologici su larga scala di questi decessi infantili, alcuni casi chiaramente correlati alle vaccinazioni verranno ignorati' ".

postato da: STAFF D.B.I. (Modena) in data: 2017-05-31 17:38:47.0
Continuando il discorso sul biossido di silicio (silice colloidale), mi chiedevo se, nel dubbio in merito alla sua sicurezza, non fosse opportuno provare a formulare la melatonina con altro eccipiente, o meglio ancora liquida in modo da non usare nient'altro che le molecole utili al protocollo. Grazie per la risposta che ha voluto darmi al precedente quesito.


La melatonina coniugata "classica" - quella ideata e voluta dal Prof. Luigi Di Bella - é in compresse. Formulazioni iniettabili, un tempo disponibili per casi particolari, non sono più possibili per capziosi regolamenti intervenuti.

Gli eccipienti possono variare, ma, a parte palesi incompatibilità che qui sinceramente non ravvisiamo, riteniamo non vi siano ragioni di preoccupazione.

Saluti

STAFF D.B.I.

postato da: Giuseppe (Pomezia) in data: 2017-05-31 17:31:22.0
Sono Giuseppe da Pomezia, paziente di suo fratello Giuseppe.
Volevo porre un quesito relativo ad un eccipiente presente nella melatonina galenica preparata da una farmacia di Bologna. Mi riferisco al silice colloidale. In particolare volevo sapere se quanto letto sul blog del dottor Stefano Montanari (tra l'altro allievo di fisiologia di suo padre), esperto di nanoparticelle, fosse vero o meno (http://www.stefanomontanari.net/sito/blog/2664-risposta-cumulativa-sullargento-colloidale.html).

In tale articolo si parla di argento colloidale, ma si fa anche riferimento alla silice colloidale. Si tratta di una sostanza che può portare a problemi di salute o è sicura? Grazie.


Non avremmo la competenza per esprimerci approfonditamente in merito, ma ci sentiamo di rassicurarla sia perchè l'eccipiente (diffusamente impiegato in numerosi farmaci) riguarda una preparazione destinata all'assunzione per bocca, e non all'infusione, che per le completamente diverse forme e modalità di assemblaggio.

Del tutto differente, quindi, il contesto delle osservazioni del Dr. Montanari, a nostro parere meritevoli della massima attenzione, invece che scorrettamente contrastate da chi si pronuncia con superficiale sicumera e irresponsabilità sulle vaccinazioni.

Cordialmente

STAFF D.B.I.

postato da: Giuseppe (Pomezia) in data: 2017-05-30 21:31:33.0
Buongiorno.
Ormai è un continuo di imposizioni e di silenzi. Vogliono imporre le vaccinazioni forzate e abolire l'omeopatia e contemporaneamente si tace per scandali della sanità che costano al cittadino milioni e milioni.
Voi avete scritto di una tenaglia che si sta stringendo, ma non sono andati un po' troppo avanti?


Fare previsioni é sempre difficile, ma anche noi siamo convinti che certi eccessi siano autolesionistici.
La mania delle imposizioni sembra essere un dato caratteriale, oltre che uno "stile" che si riconosce di primo acchito.

Chi ci ha sempre seguìti ricorderà un famigerato decreto del 1996, che non solo mirava a proibire prescrivibilità e commercializzazione della melatonina - già al tempo acquistabile liberamente nei drugstore statunitensi e in tutto il resto del mondo - ma prevedeva addirittura sanzioni penali per i medici prescrittori. Il tutto sulla base di dichiarazioni mistificatorie sul pericolo di effetti collaterali la cui totale assenza era stata documentata ampiamente e su migliaia di persone da anni ed anni.
Il decreto decadde, fu pervicacemente ripresentato e quindi ritirato per palese incostituzionalità.

Oggi riconosciamo la stessa comandata (e interessata) violenza, nonostante siano trascorsi 21 anni dal fatto citato, e riteniamo non improbabile una analoga conclusione.

Vi sono però alcune sostanziali differenze:
- Allora si voleva proibire per (im)-possibili danni alla salute, mentre oggi si vuole imporre e perseguire sulla base di pretese innocuità e necessità;
- Nel '96 il tentativo di imposizione passò quasi inosservato al grande pubblico, mentre oggi siamo assordati da un organizzato starnazzamento mediatico;
- Allora pazienti e medici minacciarono denunce, mentre oggi denunce ed esposti sono stati già presentati, per cui misure coercitive sia nei confronti della popolazione che di chi osa esprimere opinioni non conformi, e loro eventuali conseguenze sulla salute, potranno portare a condanne per lesioni personali, violenza privata, falso in atto pubblico.
Senza escludere che strumenti di indagine giudiziaria possano portare alla luce imbarazzanti motivazioni di questa strategia.

Un cordiale saluto

STAFF D.B.I.

postato da: Ermes V. (FO) in data: 2017-05-29 15:56:54.0
L'attore Roger Moore é morto dopo "breve lotta contro il cancro". Di oggi anche la notizia della scomparsa dell'ex arbitro Stefano Farina, che era "malato da tempo".
postato da: Alida M. (RM) in data: 2017-05-23 17:02:42.0
Giornali e telegiornali ricordano oggi il 25° anniversario dell'assassinio di  Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Desideriamo ricordarli insieme a tanti altri cittadini, come noi commossi per la ricorrenza quanto indignati per certi non sentiti cerimoniali.


Affrontarono il sacrificio consapevolmente e senza illusioni, per senso del dovere e coerenza ai comuni ideali. Un giorno la loro figura, non più profanata da vuote retoriche, si leverà radiosa a riscattare l'immagine del nostro povero Paese.

postato da: STAFF D.B.I. (Modena) in data: 2017-05-23 12:16:57.0
Caro Adolfo, navigando su internet mi sono imbattuto in questo sito:....(omissis).....che parla di enzimi cosiddetti biodinamici, enzimi che a loro dire dovrebbero avere eccellenti proprietà curative su varie patologie tra cui il cancro.
Gradirei avere un vostro parere in merito.
Grazie.


Il sito da lei citato propaganda integratori di varia natura. Non sappiamo se possano avere una qualche azione benefica, ma non abbiamo dubbi sull'assenza della anche più recondita azione antineoplastica.

Il fenomeno tumorale é di una complessità immensa ed un'azione di contrasto efficace esige conoscere a fondo i meccanismi di insediamento e sviluppo di questa vita anomala che si insedia su quella normale. Il solo fatto di parlare di certe sostanze (a prescindere dalla loro utilità) senza contemplare i basilari princìpi attivi indispensabili, sta a indicare l'inaffidabilità e la superficialità degli assunti.


Saluti

STAFF D.B.I.

 

postato da: Giuseppe (Pomezia) in data: 2017-05-23 07:39:46.0
Caro Adofo, 
per quanto riguarda il morbillo mi sono imbattuto in un articolo con delle statistiche: 3 morti nel 2012 in tutta Europa, contro 120.000 in tutto il mondo.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/04/19/morbillo-oms-mortalita-nel-mondo-in-calo-ma-ancora-minaccia-globale/958063/

Mi viene il sospetto che si voglia proteggere la popolazione dai virus portati dagli immigrati...
Un caro saluto,
Bruno Zanella



Caro Bruno,
Non vorrei che i virus degli importati (non li chiamerei più immigrati) siano un altro escamotage, fatto circolare per mormorii e non per dichiarazioni esplicite, per fare digerire ai cittadini un provvedimento assurdo e lesivo dei più elementari diritti dell'uomo e del dettato costituzionale.

"Le masse non si ribellano mai in maniera spontanea, e non si ribellano perché sono oppresse. In realtà, fino a quando non si consente loro di poter fare confronti, non acquisiscono neanche coscienza di essere oppresse" (George Orwell).

Un caro saluto

ADB

 

postato da: Bruno Zanella (Fregona) in data: 2017-05-22 13:39:44.0
Questo è quello che ho trovato sui vaccini. Cosa ne pensate?

Che cos'è una vaccinazione? Una stimolazione ripetuta ed intensa degli organi linfoidi. Cosa accade? Si introduce un antigene (proteina virale purificata), che provoca l'attivazione del sistema complementare. Sono una ventina di proteine circolanti e di membrana, essenziali nel meccanismo di difesa umorale contro gli agenti infettivi. Questo comporta il reclutamento di varie cellule immunocompetenti, monociti, macrofagi, polinucleati, linfociti B e T. In seguito alla risposta immunitaria si formano anticorpi che si legano all'antigene relativo con formazione di immunocomplessi circolanti. Nasce già la prima domanda: Dove vanno?

Seconda domanda? Conosco la codificazione genetica del sistema del complemento di quel bimbo? Perché tutti dovrebbero sapere che le proteine del complemento C2 e C4 hanno a che fare con il Lupus, la C3 con infezioni fatali, la C5 è 6 con la meningite, la C1 con l'edema angioneurotico. Ovviamente non esiste nessun screening di cautela. Secondo aspetto. Queste proteine purificate da sole sono scarsamente immunogeniche. Vuol dire che da sole non bastano ad indurre una risposta immunitaria.

Allora che si fa? Si sporca il vaccino. Quasi nessuno sa che al fine di avere una risposta immune è necessario un espediente che si chiama Adiuvante di Freund.
Si mescola la proteina purificata con una emulsione di olio minerale e batteri della tubercolosi uccisi al calore, emulsionati con lanolina e formaldeide. Perché questo è importante? Perché un aggregato con tubercolina passa nel nucleo cellulare. E' questo che induce reazione antigene anticorpo e che produce alfa e gamma globuline del siero. Si induce una enorme ossidazione dell'intero sistema che è la coordinata principale del terreno canceroso e leucemico.

Mi sono interessata alle vaccinazioni per ovvie ragioni genitoriali visto che ho tre figli.
10 giorni dopo l'inoculazione del vaccino (trivalente, esavalente) abbiamo una caduta della conta linfocitaria in tutti i bambini, una riduzione della capacità fagocitante dei neutrofili e iperproduzione di Ig E. Si forma nel sangue un aggregato di antigeni e proteine del complemento circolanti per tutta la vita. E' interessante notare dal piano vaccinale che nei primi mesi vengono somministrati solamente vaccini inattivi, per il fatto che il livello di anticorpi naturali è ancora molto basso. Il massimo viene raggiunto a 14 anni. Durante la gravidanza, nella placenta è presente una condizione immunitaria di tipo 2 (il monossido di azoto non viene prodotto), vale a dire che le cellule T nella placenta producono in grande parte citochine del tipo 2. Perché?
Perché se in gravidanza si producessero prevalentemente citochine del tipo 1, avremmo la morte precoce del feto (rigetto). I vaccini vivi, come MPR generano reazioni acute del tipo 1, vengono catturati dalle cellule dendritiche, ma essendo il sistema tarato sul tipo 2 non è in grado di reagire e i virus insediati all'interno delle cellule vengono congelati, soppressi temporaneamente. Ricordo che il tipo 1 ci difende dai tumori, oltre che dai virus.

Questo è l'inizio del percorso verso la predisposizione alle malattie autoimmuni e al cancro.
La vaccinazione di massa parte dal presupposto che la reazione di ogni bambino, alla somministrazione del vaccino sia uguale per tutti perché nel periodo neonatale l'organismo è tollerante verso gli antigeni con i quali viene in contatto.

Peter Medewar, inglese, ebbe il premio Nobel negli anni 40 per l'esperimento, da cui il dogma, per cui se al neonato vengono inoculate delle cellule infettive di una qualche malattia il sistema dovrebbe reagire con un rafforzamento del sistema immunitario, imparare cioè a riconoscere l'antigene o l'agente patogeno come conseguenza della vaccinazione. Come l'organismo, di fronte a 55.000 proteine diverse riesca a fare questa distinzione è considerato un mistero. Dal 1994 questo dogma è caduto.

Con una vaccinazione, si ha una iperstimolazione delle cellule dendritiche e delle cellule T citotossiche causando notevoli danni all'organismo. In particolare, i vaccini vivi attenuati, hanno la capacità di penetrare le cellule dendritiche e quindi stimolare le cellule T con eccessiva produzione del gas Monossido di Azoto che darà origine a fenomeni infiammatori, come per esempio la Meningite asettica. Inoltre a causa della memoria immunitaria il sistema, nel corso della vita, di fronte a qualsiasi virus risponderà con una iperstimolazione delle cellule T e diventerà perciò la causa diretta di Malattie Autoimmunitarie. Le cellule dendritiche sono geneticamente espresse e sono decisive nel caso dei trapianti. Questo, che si chiama MHC (maggior complesso di istocompatibilità), è diverso da persona a persona, tranne che nei gemelli identici.

La reazione agli agenti esterni, siano esse tossine, organi trapiantati, vaccinazioni, sono quindi individuali: nessuno avrà la stessa reazione a delle sostanze estranee.
Cento anni fa solo il 10% della popolazione era affetta da tumori, oggi siamo al 35% ed entro il 2030 saremo al 50%.
Stiamo violentando continuamente il nostro sistema immunitario. Non ci siamo accorti, ma oggi lo sappiamo, che con le vaccinazioni e gli antibiotici, abbiamo alterato la catena di respirazione mitocondriale, la sede della produzione dell'energia, con una commutazione permanente verso la forma di produzione fermentativa, senza cioè l'utilizzo di ossigeno. Questo non significa altro che una cellula tumorale diventa un parassita cellulare, perché ha bisogno di quantità enormi di glucosio. I geni dei mitocondri non possiedono meccanismi di riparazione, rispetto ai geni protetti all'interno del nucleo della cellula.
Questi geni mitocondriali danneggiati, oppure mutati, sono trasmessi solo per via materna alle generazioni successive.

Fra tre generazioni il numero dei geni danneggiati sarà superiore ai geni intatti. La mia risposta è una sola... o cambiamo... o moriamo.


Cara Liliana,

La ringrazio per il suo intervento, che offre l'occasione per comprendere il modo corretto per affrontare tematiche scientifiche. La prevalente tendenza odierna sia di alcuni sedicenti addetti ai lavori che di molti profani è affastellare citazioni di articoli comparsi su riviste scientifiche, limitando a questi la valenza probatoria quasi che in ciò consistesse tutto il sapere medico.
E' una prassi frutto di cecità, pigrizia mentale, ignoranza paludata da sapienza, a volte malafede: assurda quanto pretendere di erigere un grattacielo edificando l'ultimo piano nel vuoto, o di scrivere senza esser padroni di ortografia, grammatica e sintassi. Non a caso, visto che tale pratica incolta si presta a costituire uno dei più detestabili strumenti di falsificazione e mistificazione dell'informazione scientifica.

La letteratura scientifica non é costituita da quello che troviamo razzolando sui motori di ricerca, ma da un poliedrico edificio sorto dopo il sacrificio di lunga ed umile fatica. Sono indispensabili la cultura e quindi la mentalità che si formano solo dopo decenni di studio sui testi universitari, e successivamente di approfondita consultazione di monografie relative a molteplici argomenti.
Lei ha correttamente riportato conoscenze pacifiche che dovrebbero essere ovvie e scontate: tali quantomeno per chi ha studiato con serietà e si ispira sempre ad un'inseparabile dimensione etica.

Senza queste non si può comprendere e di conseguenza giudicare. Concetto fondamentale che altre volte si é richiamato, e che spesso sfugge, é che una nozione scientifica non invecchia né decade!
Per essere più chiari: ciò che era provatamente vero 80 anni fa lo é tutt'oggi.
La SCIENZA, quella in caratteri maiuscoli, é questo: costruire una piramide di conoscenze sempre più ampie, particolareggiate e soprattutto interconnesse, su basi indiscutibili e coerenti.

Se un preteso nuovo apporto contraddice la piramide, questo significa che é errato: o per deviazione dalla corretta prassi scientifica o perché falso palese. Solo una teoria e non un dato scientificamente testato é suscettibile di revisione e correzione, così come nuovi lavori - sperimentali o clinici che siano - possono specificare, particolareggiare, motivare (con valore quindi di aggiornamento o approfondimento), ma non contraddire, perchè ove così fosse le possibilità sarebbero solo due: o c'é stato errore nella probatoria scientifica alla base della vecchia nozione, o c'é nella nuova (falsificazioni a parte...)!


Se un lavoro apparso su una rivista dall'impact factor ....vertiginoso affermasse che l'acqua di fonte non disseta, é evidente che l'autore sarebbe un mentecatto o un impostore. E assurdità analoghe non sono mancate.


Oggi si cerca di affermare falsi lucrosi attraverso meccanismi di progressive deviazioni e di pesanti omissioni. Si dimenticano, perché fa comodo, intere biblioteche di conoscenze accumulatesi in decenni di studio e lavoro di grandi scienziati.

Affrontare il tema delle vaccinazioni senza sapere che cosa é un vaccino, di cosa si compone, perché ha quella data composizione, come agisce, tutta la complessa catena farmacocinetica in un quadro di solida cultura bio-fisiologica, le ovvie (se si ha adeguata preparazione) conseguenze a breve-medio-lungo termine di somministrazioni singole o plurime e di relativi richiami, significa divenire - consapevolmente o no - potenziali fattori patogeni ancora più gravi delle malattie che i vaccini sarebbero chiamati a scongiurare.
Non occorrerebbe nemmeno procedere con estesi studi epidemiologici poliennali (s'intende non facenti capo in modo palese od occulto a produttori di vaccini), tanto evidente e provata é l'incolta iniquità e pericolosità di certi provvedimenti.
Ma, anche se per ipotesi così non fosse: mancano questi studi - doverosamente preliminari - così come mancano documentati e completi archivi di eventi avversi e, dulcis in fundo, mancano anche reali eventi epidemici!!!!


Quanto lei ha riportato dovrebbe - insieme ad ulteriori nozioni/base - costituire l'ABC, la guida di qualsiasi affermazione, ed a maggior ragione, di qualsiasi decisione istituzionale in questo campo. Non farlo significa assumersi la responsabilità del più grande disastro collettivo della storia umana, anti-valore aggiunto all'angoscioso e drammatico ambiente contemporaneo (inquinamento radioattivo, inquinamento elettromagnetico, inquinamento chimico): entrambi frutti della criminale politica globalizzata voluta da ambienti intra- e sovra-nazionali che quasi dovunque sta spegnendo la civiltà e distruggendo l'umanità.


Nelle due discussioni sul tema non abbiamo preteso di fare valutazioni scientifiche, ma abbiamo unicamente sottolineato le incongruenze, le falsificazioni, i chiari segni di quell'endemica corruzione che ha sfasciato il paese, e che in nessun settore appare tanto pronunciata come in quello sanitario.
Le recenti disposizioni - anche se non giureremmo su un loro facile ed integro approdo - ci sembrano frutto di ipervalutazione del proprio potere da parte dei palesi "suggeritori" (segreto di Pulcinella...), oltre che un improvvido esempio di disperata prepotenza. Il tempo dimostrerà se si é superato il limite. Senza escludere che un tale incosciente azzardo possa infliggere un colpo fatale alla consolidata opinione che l'inerzia ed il quaqquaracchismo degli italiani consentono qualsiasi cosa.

STAFF D.B.I.

ADB

postato da: liliana (roma) in data: 2017-05-20 22:56:52.0
gent staff
sono sorpreso perchè è la terza volta che mi inserisco nel vostro blog senza vedere pubblicato il mio scritto e avere una risposta. Pensando a un disguido (ma mi sembra di no) descrivo da capo il caso che vengo a sottoporre:
".....(omissis)......".


Pubblichiamo il suo intervento per chiarire ai frequentatori, oltre che a lei, il nostro modus operandi.


- Letto il suo primo intervento, abbiamo inviato in giornata mail di risposta, dovendo però prendere atto che l'indirizzo da lei digitato era errato.

- Abbiamo sempre avuto cura di avvertire che il nostro compito é unicamente quello di fare una corretta informazione di natura divulgativa, e non di tipo medico-scientifico, facendo ben presente che non avremmo dato risposta a quesiti di specifico e circostanziato carattere clinico. Anche qualora avessimo avuto la competenza che non possediamo, diagnosi e prescrizioni terapeutiche non si fanno "on line", ma dopo un diligente esame obiettivo e lo studio attento di un completo set di documentazione clinica.

- Se il suo indirizzo mail fosse stato digitato correttamente (non gliene stiamo certo facendo una colpa...) avrebbe ricevuto da giorni la nostra risposta, che - a parte quanto detto prima - faceva presente come il Mdb non é una terapia miracolistica, e che nelle condizioni drammatiche ed estremamente scadute della sua congiunta, ricoverata, e reduce fra l'altro da prolungati e tossici accanimenti terapeutici, é altamente improbabile per non dire impossibile poter conseguire benefici.

Umanamente ci rattristano casi come quelli da lei descritti, ma converrà come sia proprio il rispetto per l'ammalato ed i suoi cari a imporre chiarezza ed evitare illusioni.

Un cordiale saluto

STAFF D.B.I.

postato da: Carlantonio C. (Molfetta) in data: 2017-05-20 11:52:27.0
A distanza di una settimana dalla scomparsa "dopo breve malattia" di Oliviero Beha oggi anche Daniele Piombi é morto per lo stesso motivo
postato da: Alida M. (RM) in data: 2017-05-18 17:54:00.0
 Salve ....vi lascio un link di un articolo in cui tale Daniela Minerva si esprimein modo direi abbastanza pesante sulla terapia Di Bella...forse passibile di querela..

http://www.dibellainsieme.org/www.repubblica.it/oncologia/news/2017/05/04/news/troppa_fretta_professoressa
_alla_medicina_servono_verifiche-164606912/


Non riusciamo proprio a capire quale nesso vi sia tra l'oggetto dell'articolo ed il gratuitamente offensivo affondo. Valuteremo tipo e sede di risposta......

STAFF

postato da: luigi brogi (Firenze) in data: 2017-05-10 18:29:05.0
Questa notizia di stampa dimostra che animosità c'é contro il Mdb mentre ci dovrebbe essere soddisfazione per un malato che migliora:

http://gazzettadimodena.gelocal.it/modena/cronaca/2017/05/08/news/modena-la-cura-di-bella-funziona-l-ausl-di-teramo-l-autorizza-1.15303435?refresh_ce


Il bello é che la Asl di Teramo smentisce, dice che "non ha autorizzato nessun paziente a usufruire della cosiddetta cura Di Bella", mentre il punto non era per niente questo, ma che l'oncologo ha refertato il 50% di regressione e ha dichiarato "ritengo utile proseguire il trattamento in corso".

Un vostro commento per piacere.
Buona giornata


Non c'é molto da commentare. Il giornale, se vogliamo, ha titolato l'articolo in modo inesatto, ma come dice lei la vera notizia é la regressione certificata e in tempi brevi di un aggressivo tumore cerebrale ed il parere chiaramente espresso sull'utilità di continuare il trattamento.

La risposta dell'Asl, anche senza considerare l'acido aggettivo ("...la cosiddetta cura...") poteva essere accettabile se fosse seguìto un commento compiaciuto su questo caso clinico.

Ci auguriamo solo che non si faccia pagare all'oncologo la "colpa" di avere fatto il suo dovere di medico.

STAFF D.B.I.

postato da: F.A. (TV) in data: 2017-05-10 12:34:18.0
Il disc jockey Robert Miles é morto. Prima dicono "dopo una malattia". Poi "dopo una lunga lotta contro un tumore dal quale non era riuscito più a guarire".
Che vuol dire?
E come mai non ci sono notizie di un vip che invece di morire guarisce?
Un saluto a tutti
Alida

postato da: Alida M. (RM) in data: 2017-05-10 11:23:00.0
E questi sarebbero quelli che decidono della nostra salute, quelli che stilano le linee guida, quelli che si stracciano le vesti se qualcuno osa mettere in dubbio la reale utilità di alcuni vaccini. Ma vaffan.....
A chiamarli criminali, i criminali veri si sentirebbero offesi.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/05/08/sanita-arrestati-19-medici-e-imprenditori-farmaceutici-ai-domiciliari-guido-fanelli-gia-consulente-del-ministero/3569775/



Per facilitare la conoscenza del caso al lettore, riportiamo il testo dell'articolo:

"Ai domiciliari Guido Fanelli, già consulente del ministero. Dalle prime ore della mattinata, oltre 200 carabinieri del Comando per la Tutela della Salute e dei Comandi Provinciali di Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Veneto, Toscana, Umbria e Lazio stanno eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip presso il Tribunale di Parma.

Il business illecito sulla terapia del dolore è racchiuso in un nome: operazione Pasimafi. Così aveva chiamato il suo yacht il professor Guido Fanelli, che per gli inquirenti è il perno dell'associazione a delinquere finalizzata alla corruzione, ma per gli addetti ai lavori è uno dei principali luminari italiani in materia. Nelle strutture di cui era responsabile venivano svolte sperimentazioni cliniche illegittime su pazienti ignari, a spese del sistema sanitario nazionale.
Lo scopo era promuovere e divulgare i prodotti farmaceutici delle ditte ‘amiche' (con la collaborazione di un dirigente del ministero della Salute) e in cambio il professore riceveva denaro e altri benefit, tra cui appunto lo yacht Pasimafi.
Oggi il professore è finito ai domiciliari al pari di altre 18 persone (tra manager di case farmaceutiche, medici e imprenditori) nell'ambito dell'operazione in cui sono indagate anche 75 persone e 17 case farmaceutiche. 52, inoltre, le perquisizioni effettuate in sette regioni d'Italia (Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Veneto, Toscana, Umbria e Lazio) da oltre 200 carabinieri del Comando per la Tutela della Salute e dei locali Comandi Provinciali, che hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip presso il Tribunale di Parma.

Minimo comune denominatore è il settore della commercializzazione e della promozione di farmaci e di dispositivi medici. IL RUOLO DI FANELLI, DA LUMINARE A "DOMINUS DELLA CORRUTTELA"
Per chi indaga - come detto - Guido Fanelli è il dominus del sistema. Fino a poche ore fa era conosciuto in quanto punto di riferimento in Italia per le terapie del dolore, ordinario di Anestesia e Rianimazione all'università di Parma, già componente della Commissione Programmazione e presidente della Commissione Terapia del Dolore e Cure Palliative del Ministero del Lavoro, della Salute, delle Politiche Sociali e relatore del Piano oncologico nazionale del 2008.

Secondo gli inquirenti, il professore avrebbe favorito i colossi farmaceutici attraverso l'attività di sperimentazione e in cambio avrebbe ricevuto - attraverso società di comodo costituite ad hoc - denaro, beni immobili e anche uno yacht, il Pasimafi V. Che, appunto, ha dato il nome all'operazione in cui sono coinvolte ben 17 case farmaceutiche.
Sono state avviate le procedure per l'emissione di misure interdittive nei confronti di 5 persone, tra cui un dirigente del ministero della Sanità. Secondo gli investigatori non solo Fanelli era consapevole delle sperimentazioni illegittime (ma a quanto pare non dannose) sugli ignari pazienti a spesa del sistema sanitario nazionale, ma anche i congressi medici organizzati direttamente o indirettamente dallo stesso professore erano di fatto pilotati e sostenuti economicamente da gruppi di operatori del settore (imprese farmaceutiche, produttori di dispositivi, informatori farmaceutici) interessati ad acquisire quote di mercato. Il flusso di denaro in entrata era coperto da attività commerciali fittizie, grazie a prestanome e documenti falsi.

I reati contestati agli indagati sono associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e al riciclaggio, abuso d'ufficio, peculato, truffa aggravata e trasferimento fraudolento di valori. In tal senso, fa sapere il Nas di Parma, è in corso anche "il sequestro preventivo di due società di comodo allestite per il riciclaggio del provento delle attività illecite ed il sequestro, ai fini della confisca, di quasi mezzo milione d'euro" ritenuto profitto "per la commissione del reato di corruzione". IL MODUS OPERANDI DEL PROFESSOR FANELLI

Per quanto riguarda il modus operandi con cui Fanelli incassava i benefit delle case farmaceutiche, i carabinieri hanno scritto che "per mascherare l'afflusso di denaro a titolo di retribuzione per i proventi illeciti assicurati all'industria - si legge in una nota dei Nas - venivano allestite una serie di attività commerciali fittizie le quali, attraverso prestanomi non direttamente riconducibili al medico ma dallo stesso controllate, erano in grado di incamerare e monetizzare le somme elargite dalle ditte, attraverso l'emissione di documentazione fittizia, reinvestondole nella gestione in beni di ingente valore (autovetture, yacht, appartamenti, eccetera) ovvero stornarle su conti esteri protetti, in modo da rendere estremamente difficoltosa l'identificazione e la provenienza dei flussi di danaro".

Ed è in questo quadro che emerge il caso dello yacht Pasimafi V, "il quale, seppur intestato a una delle suddette società di comodo, manteneva a carico delle ditte coinvolte nel sodalizio criminale in disamina la gestione degli oneri di manutenzione e implementazione tecnologica con acquisto diretto della strumentazione di bordo". I NOMI DEGLI ARRESTATI E DELLE AZIENDE FARMACEUTICHE COINVOLTE

Lungo l'elenco distribuito dagli inquirenti in conferenza stampa: Alteco Medical ab, Spindial Spa; Ibsa Institute Biochimique; Ibsa Farmaceutici Italia Srl; Mundipharma Pharmaceuticals Srl; Grunenthal Italia S.r.l; Grunenthal; L.Molteni & C.; Aziende chimiche riunite Angelini Francesco Spa; Teleflex Medical; Prostrakan S.r.l., (ora Kyowa Kirin S.r.l.); St. Jude Medical Italia S.p.a.; Advanced Medical System Group S.r.l. e Medinat S.r.l.

Coinvolti anche, per quanto riguarda l'informazione ai medici, Value Relations S.r.l; Emphasis Srl e Fedra congressi di Raffaella Greco e C. S.a.s.. Oltre a Guido Fanelli, sono finite ai domiciliari altre 18 persone: si tratta del commercialista Giulio Corno, del dirigente medico Massimo Allegri e degli imprenditori Giovanni Capasso, Dario Concari, Ugo Grondelli, Marcello Grondelli, Enzo Lucherini, Giuseppe Vannucci, Marco Filippini, Riccardo Cerbai, Alberto Grua, Thilo Karl Stadler, Fabio De Luca, Paolo carlo Crippa e Noher Ivan Ias Boninsegni (tutti rappresentanti - con vari ruoli - delle società farmaceutiche coinvolte)"

Il giudizio non spetta a noi, ma ai magistrati competenti. Se tutte le imputazioni fossero confermate, si tratterebbe, ahimé, solo di uno dei tanti e correnti episodi di corruzione, che non sarebbe possibile spiegare senza l'esistenza di un costume ormai endemico in ogni campo della vita sociale.

Se le considerazioni fatte più volte sul Forum e, in particolare, in recenti discussioni, avessero lasciato qualche lettore dubbioso che si voglia da parte nostra fare di tutta l'erba un fascio......

Però lo spirito del nostro commento non é assolutamente quello del "visto che avevamo ragione?", perchè qui non si tratta di "esultare" per la conferma di proprie opinioni, ma di una grande amarezza per l'istinto demoniaco che induce non solo a mentire e intrallazzare per i fini più laidi, ma a farlo con bestiale disinteresse per la sofferenza di chi é stato colpito dalla disgrazia e dei familiari. A questi vanno il nostro pensiero e tutta la nostra umana solidarietà.


Un caro saluto

STAFF D.B.I.

postato da: Simone (Lendinara) in data: 2017-05-08 11:28:04.0
Caro Adolfo,
la saga del pensiero unico continua senza badare al ridicolo.
Senti questa:
"Procedimento disciplinare a carico dello psicoterapeuta che ha ricordato «la funzione costitutiva» di mamma e papà nei processi di crescita"
https://www.avvenire.it/attualita/pagine/madri-e-padri-essenziali-processo-allo-psicologo
Ti saluto caramente.
Bruno Zanella

A volte, leggendo notizie di questo tenore, la naturale tristezza di avere da tempo doppiato la boa della propria esistenza prende la forma di sollievo, al pensiero che si avvicina il tempo nel quale non si dovranno più tollerare queste manifestazioni di degrado morale e intellettivo.

Non é un'ideologia autoritaria e discriminatrice quella che vede la famiglia come cellula e caposaldo del consorzio umano, oltre che istituzione naturale, definendo famiglia l'unica cosa che qualsiasi persona sana di mente e di spirito può intendere per famiglia: l'unione di un uomo e di una donna, l'unica in grado di replicare il sistematico miracolo biologico e (quindi) divino, della vita. Con buona pace di tutti.

Ciò non significa colpevolizzare persone incolpevoli delle propria natura nativa, ma solo dire le cose come stanno.

E' eloquente con quanta focosa passione ci si dedichi alla tutela di diritti che diritti non sono (doveroso rispetto a parte), mentre si trascurano o addirittura perseguitano quelli sanciti dalla natura e dalla logica.

La speranza, che é anche una previsione, é che le future generazioni leggeranno con stupore, indignazione e - perchè no - qualche sorriso ironico, della conturbante stupidità e del marciume dei nuovi crociati senza croce.

Un caro saluto

ADB
postato da: Bruno Zanella (Fregona) in data: 2017-05-05 08:41:11.0
Caro Adolfo, ascoltando questa canzone https://www.youtube.com/watch?v=q-yL7oF8xyU
del bravo cantautore contro corrente Povia, ho provato una grande emozione nel pensare, anche solo percorrendo gli ultimi due secoli, a quanti uomini illustri ha dato i natali il Sud in ogni campo della cultura umana, dalla letteratura alle scienze. E tra questi non poteva non irrompere la luminosa figura di tuo padre, Prof. Luigi Di Bella. Cordialmente.

Caro Nivel,

Purtroppo di rado vengono ricordati i grandi italiani e, tra questi, quelli di origine siciliana: da Antonello da Messina a G. Serpotta, per le arti figurative; da A. Scarlatti a V. Bellini, per la musica; da L. Capuana a G. Verga, da L. Pirandello a G. Tomasi di Lampedusa, per la letteratura; da E. Majorana a Luigi Di Bella in campo scientifico. Senza dimenticare grandi uomini e martiri come Falcone e Borsellino.

Un popolo senza memoria e senza culto dei propri grandi é un popolo senza avvenire. La speranza é quindi che finisca presto la smemoratezza e torni la consapevolezza che siamo, in potenza, über alles, anche se attualmente sotto tutti.

Un caro saluto

ADB

postato da: Nivel Egidio Ruini (Modena) in data: 2017-05-03 09:38:42.0
Caro Adolfo,
Ermanno Leo, primario di chirurgia oncologica all'ist. Tumori di Milano e Medaglia d'oro al merito della sanità pubblica, sbugiarda le statistiche, le lobby farmaceutiche e la Chemio.

Ti passo il link al filmato.
https://www.youtube.com/watch?v=Qatq5ir4rK4&feature=youtu.be

Buona serata,
Bruno Zanella.


"Ogni anno ci sono in Italia quasi 180.000 morti di cancro. Se questo é segno di un successo, io vado ai giardini pubblici... il cancro é diventato in questi decenni un affare, insieme alle guerre. Non diciamo spesso la verità. La verità é questa...tutti sanno che la soluzione del cancro non sarà legata alla chemioterapia....bisognerà cambiare completamente registro..."

Queste alcune delle affermazioni iniziali del Prof. Leo. Raccomandiamo vivamente ai nostri lettori di non perdersi questa occasione per rendersi conto, per bocca di un clinico di sicuro prestigio, quale sia la verità e quale il livello di mistificazione di certa informazione, e per constatare che tali opinioni fuori dal coro non sono di "gomblottisti" dibelliani, ma di qualsiasi medico onesto e degno del camice che porta.

Il filmato consente anche di verificare, "de visu", quanto ampia e autorevole sia la condivisione e la consapevolezza di quanto riporta.

Grazie della segnalazione caro Bruno.

Un cordiale saluto

ADB

postato da: Bruno Zanella (Fregona) in data: 2017-04-30 19:35:36.0
All'alacre informazione mediatica che recepisce all'istante raccomandazioni di mistificare, diffamare, offendere, senza nemmeno premurarsi di evitare gli strafalcioni più macroscopici, si contrappone una realtà documentata e addirittura "ufficiale":

1) - "Il Giudice del Lavoro dr.ssa Maria Forastiere nei giorni scorsi ha emesso il provvedimento definitivo con il quale ha concesso alla sig.ra Anna Lorusso (nella foto con il legale di fiducia Antonio Passaro) di poter continuare ad usufruire della terapia Di Bella, per curare un carcinoma bilaterale alle mammelle. Il diritto che gli era stato già riconosciuto dal dott. Giandomenico Toni, con provvedimento dell'aprile 2016. La signora ha prodotto una certificazione con la quale attesta che nel corso dell'anno si è sottoposta ad esami di controllo che hanno accertato il beneficio ottenuto con i farmaci del multitrattamento Di Bella. L'Asl, pertanto, è stata obbligata a continuare a fornire gratuitamente il trattamento farmacologico alla signora Forastiere per un ulteriore periodo di 12 mesi".

http://www.mesagnesera.it/asl-obbligata-fornire-gratuitamente-la-cura-di-bella/

http://ilrestodelcarlino.it/modena/cronaca/dibella-cura-gratuita-1.3077516


Nota (da www.metododibella.org).
Oltre alla remissione con MDB, un aspetto significativo di questa vicenda è il fatto che la paziente appartiene ad una famiglia in cui diversi membri, dopo chemio, sono morti di tumore tra gravi sofferenze. La signora si è salvata con la cura Di Bella. Ha scelto il MDB dopo aver preso tragicamente atto del fallimento delle cure di regime "di provata efficacia".
Oggi la paziente è in assenza documentata di tumore e in piena salute.....

2)- Un Centro Oncologico Istituzionale ha certificato su carta intestata che un grave tumore cerebrale (astrocitoma) in progressione dopo tutti i trattamenti oncologici ( intervento chirurgico, chemio, radioterapia), in 3 mesi con la cura Di Bella ha avuto una riduzione della massa tumorale di oltre il 50%. Il dato é stato certificato e firmato da un oncologo che consiglia il proseguimento del MDB.
Questa la conclusione della refertazione:

"RMN cer. con mdc perfusionale del 09/03/2017 ha messo in evidenza , rispetto alla precedente RMN cer. di novembre 2016 - coincidente con l'inizio del trattamento con il metodo Di Bella) - una importante risposta al trattamento con una riduzione di malattia maggiore del 50%.
Pertanto ritengo utile proseguire il trattamento in corso".

Se invece di dispiegare tanta faziosità e, ci si consenta, tanta cattiveria, certi giornalisti rifiutassero commesse di articoli denigratori, ne guadagnerebbero la vita di tanti ammalati e la serenità dei loro cari, oltre che la propria dignità professionale.

ADB

postato da: STAFF D.B.I. (Modena) in data: 2017-04-30 09:10:23.0
Vorrei segnalarvi che scorrendo il sito del Corriere della Sera c'é un articolo intitolato "scienza e venditori di fumo: dai colloqui di Hamer al cocktail di Di Bella".

Inizialmente c'era la foto del Prof. Luigi Di Bella, poi é sparita. Non sono riuscito a leggerlo perché non sono abbonato e quindi non so quanto sia denigratorio (spero di sbagliarmi) nei confronti del "metodo" e della vostra Famiglia.
Un saluto a tutti


La ringraziamo della segnalazione, ma eravamo già al corrente dell'articolo, il cui commento sarà fatto dai nostri legali nelle sedi opportune.

Cordiali saluti

STAFF D.B.I.

postato da: GIOVANNI (sansepolcro) in data: 2017-04-27 14:13:44.0



30 commenti postati | Inserisci commento nel Piccolo Forum