per specifiche informazioni di carattere medico o scientifico, potete visitare il sito ufficiale www.metododibella.org


Commenti scritti nel Forum

Salve, a fine agosto abbiamo scoperto la malattia di nostro padre; tumore al polmone con metastasi cerebrali..neoplasia non a piccole cellule, la biopsia non ha specificato esattamente quale.

Abbiamo subito intrapreso MDB e dopo 3 mesi la gradita sorpresa alla prima TAC di controllo; remissione parziale della malattia, sia a livello cerebrale che polmonare. Durante la malattia papà soffriva e soffre di alcuni disturbi come mancanza di appetito, sapore sgradevole dei cibi una volta in bocca, ipersalivazione...come chemioterapici papà assume endoxan ed oncocarbide...questi problemi possono essere causati dai farmaci o dalla malattia che ancorchè in remissione parziale dà comunque questi problemi? Grazie

 

Il risultato ci sembra molto confortante, specie in considerazione del breve periodo di osservazione.
Per quanto riguarda i sintomi sgraditi accusati, possiamo fare solo ipotesi.
Potrebbe trattarsi di necessità di adattarsi alla vit. C + Calcio o, come da lei ipotizzato, da indotto degli antiblastici usati. Riteniamo comunque si trattI di fenomeno destinato ad attenuarsi o scomparire col tempo.

Ci aggiorni se può e un caro saluto

STAFF D.B.I.

postato da: Francesco (Monopoli) in data: 2015-01-24 10:28:55.0
Buongiorno, mi chiamo Claudia e scrivo per mio marito. Nell'ottobre del 2013 è iniziato il nostro calvario: gli è stato diagnosticato un glioblastoma. Operazione chirurgica, 42 sedute di radioterapia, temodal e ora fotemustina. Ha retto abbastanza bene fino al temodal...con la fotemustina il suo fisico è crollato. Continua a prendere cortisone che gli ha causato: enorme gonfiore addominale, riduzione di tutta la massa muscolare, gambe in primis, DIABETE che cura con insulina etc etc
L'ultima risonanza del 25 settembre 2014 dava il residuo che era rimasto fermo, ma attività cellulare attiva al liquido di contrasto...domani ne faremo un'altra e vedremo...l'oncologia è già propensa ad un peggioramento...
Oltre a non dare assolutamente niente per sopportare meglio queste cure pesantissime, anche dal punto di vista umano sono inesistenti. Ho letto un messaggio del sig. Antonino di cesate del 10/12/2014 che raccontava di sua moglie curata con il vostro metodo...è da urlo che capisco la qualità della vita della signora è buona...È possibile scrivere al sig. Antonino per confrontarmi? Chiaramente solo se lui vuole...io lascio la mia mail , se vuole può scrivermi, mi sarebbe di conforto in questo terribile momento.
 
Ho contattato il vostro centro di Bologna ...dopo il risultato della RM andrò in visita. Grazie di tutto e scusate se mi sono dilungata

Claudia Reggio Emilia


Signora Claudia,
Come lei saprà il glioblastoma è una delle patologie tumorali più gravi e imprevedibili, per cui nessuno può garantire un risultato definitivo, anche se con Mdb si sono ottenuti benefici superiori a quelli consueti, ed anche alcuni casi di remissione completa.
Sempre per il dovere morale di dare un'informazione corretta, occorre anche osservare che una remissione totale non può equipararsi a guarigione se non dopo un congruo periodo di tempo senza recidive.

A quanto osservato occorre aggiungere che una ulteriore alea è costituita dagli interventi terapeutici progressi, anche se eventuali considerazioni e deduzioni in proposito possono essere fatte solo dal medico prescrittore, specie sulla base di successivi rilievi diagnostici.

Contatteremo il Sig. Antonino fornendogli il suo indirizzo mail.

Un cordiale saluto

STAFF D.B.I.

postato da: Claudia (Reggio Emilia) in data: 2015-01-22 09:18:41.0

"... la preparazione su base non ripetitiva"... che nomi strani! Non è che si preparano ad una nuova botta contro Di Bella?
Saluti
Ermanno


Non ci sarebbe da meravigliarsi ormai di nulla, ma non crediamo che la cosa possa riguardare i pazienti in Mdb. Buona parte della terapia si fonda su farmaci regolarmente in commercio e, quanto ai galenici, questi vengono preparati secondo procedure fisse e ripetitive, in ossequio alla legge sulla galenica, con sostanze base ampiamente conosciute, nonchè legalmente prescrivibili ed acquistabili.

Misure esplicite a tenore repressivo farebbero esplodere nuovamente il "caso". E questo lo sanno meglio di chiunque altro coloro che ostacolano in ogni modo il Mdb.
Saluti

STAFF D.B.I.

postato da: Ermanno (Avezzano) in data: 2015-01-21 18:58:33.0
Caro Adolfo, ma di cosa ci stiamo preoccupando? Pensa che tra SOLO 30 anni nessun ultraottantenne morirà più di cancro!! E' o non è un grande successo della medicina?

http://www.meteoweb.eu/2015/01/tumori-morti-under-80-eliminate-prossimi-30-anni/376613/

Quasi meglio di un altro annuncio fatto 15 anni fa da un luminare nostrano
http://archiviostorico.corriere.it/2000/novembre/
04/Tra_vent_anni_cancro_sara_co_0_0011041549.shtml



Caro Simone,
La cosa più triste e preoccupante risiede nel letargo dell'opinione pubblica, ridotta a discarica di spot pubblicitari (cui appartengono le dichiarazioni riportate).

"In questo ambiente melmoso e guasto, c'è la vittima che soffre e muore ed il vampiro che ingrassa e prospera" (Prof. Luigi Di Bella).
Senza reazioni della collettività, il vampiro continuerà a ingrassare e prosperare, e il malato di cancro a far da comparsa nel popolare spot pubblicitario di un altrettanto noto caffè.

Questa gente non ha la minima volontà di togliere i denti affilati dalla carne dei malati, ma intende continuare a succhiar sangue finchè potrà.

Alla luce di tale realtà, sulla quale ci siamo espressi tante volte, suggerirei però ai dulcamara-vampiri-clown un diverso spot:
"tumori: fra trent'anni-morti-eliminate-negli-OVER 130 anni". Detto così, chi potrà mai smentirli?

Un caro saluto

ADB

postato da: Simone (Lendinara) in data: 2015-01-20 12:36:24.0
Egregio dott. Adolfo, il leader del movimento radicale, Emma Bonino, ha pubblicamente reso nota la sua malattia, come pochi mesi prima aveva fatto Marco Pannella. E' da notare che alcuni anni fa due altre importanti personalità del partito radicale, Adelaide Aglietta (già segretario del partito) e Maria Teresa di Lascia (parlamentare), furono colpite dallo stesso male.

Quando il caso del prof. Luigi Di Bella divenne di dominio del grande pubblico, il movimento radicale non approfondì la questione, pertanto a livello ufficiale rimase agnostico. Certo vi furono opinioni in un senso e nell'altro: la giornalista Cinzia Caporale, che curava una rubrica di carattere medico-scientifico per la radio radicale relegava il caso, come buona parte della pubblicistica, al circolo Barnum; mentre Luigi De Marchi, psicologo e sociologo, sollevava interessanti questioni circa la gestione "ufficiale" della malattia del secolo (da ricordare che De Marchi, con l'infettivologo Fabio Franchi, avevano denunciato la truffa della teoria dell'AIDS, con due libri e innumerevoli interventi per radio radicale) 
Purtroppo negli anni successivi il movimento radicale ha assunto un atteggiamento acritico verso la cosiddetta comunità scientifica, forse perché come molti è stato soggiogato da una certa pubblicistica, che è tanto più trionfalistica, quanto meno sono i reali progressi della scienza, sia in campo medico, sia in campo fisico. L'associazione Luca Coscioni, che è molto importante dentro il movimento, porta la bandiera di questo mutato atteggiamento del movimento; infatti quando è scoppiato il caso Stamina l'associazione è stata fra le più critiche riguardo a Vannoni e ai suoi medici prescrittori.

Ritengo comunque che vi siano spazi di interlocuzione con loro, facendo attenzione che ci sono leader refrattari e intransigenti, e altri più disponibili e aperti al dialogo. Si dirà che il movimento è quasi assente nel panorama politico, va però detto che le personalità che ha espresso sono di riferimento per gli altri politici, così come è avvenuto per Emma Bonino, che molti italiani l'avrebbero preferita come Presidente della Repubblica.


Sig. Mario,
La ringrazio anzitutto della sua attenzione e del suo interesse alla causa del Mdb.

Dalla nascita (2005) il Dibellainsieme è estremamente attento e guardingo nei confronti di qualsiasi apparentamento politico, non solo per il doveroso rispetto degli argomenti trattati, ma anche per sincera nausea nei confronti di qualsiasi fazione o sigla.
 
Specie nel nostro Paese, tutto viene etichettato, scusato o colpevolizzato, giudicato giusto o sbagliato, positivo o negativo, buono o cattivo, sincero o mendace, a seconda del giudice e dell'imputato. Un po' come avviene nella prevalente e paranoica visione dell'agonismo calcistico, per il quale l'avversario vince perchè l'arbitro è cornuto, mentre il beniamino per reale superiorità.

Quando però si corre il rischio di agire per il bene della Nazione e la libertà (quella vera) dei cittadini, come d'incanto cessano le dispute e i distinguo, e tutti gli onorevoli vanno amorevolmente a braccetto. Com'è successo negli anni 1997/98, quando i clamori sul Mdb erano più acuti. Era sotto gli occhi di tutti la mistificazione della sperimentazione, sotto gli occhi di tutti l'evidenza di innumerevoli ammalati guariti e, parallelamente, la strage attuata dalle cure canoniche. Si è forse mosso qualcuno? Qualcuno ha chiesto con la doverosa determinazione che si facesse luce?

Le risulta che vi sia stata una proposta di legge o un'interpellanza parlamentare quando sono stati pubblicati gli studi epidemiologici del BMJ (meno di 3 malati di cancro su 10 vivi a 5 anni dalla diagnosi) o si è dimostrato (Clinical Oncology) che la chemioterapia aiuta la sopravvivenza a 5 anni solo nel 2% dei casi? Ma signori miei, si parla della vita e della sofferenza di milioni di malati!!!!! E, cosa molto meno importante, ma importante, di poter risparmiare miliardi di euro l'anno di chemioterapici inutili o dannosi, e di poter disporre di risorse che immediatamente consentirebbero di rispettare il pretestuoso limite del 3% del deficit statale.
Come si può pensare che individui del genere possano impegnarsi per fare emergere la verità sul Mdb???

Da anni abbiamo pubblicato su queste pagine la dimostrazione della truffa della sperimentazione e ripetutamente denunciato il dimostrato fallimento delle "cure di Stato".  Risultato? Silenzio assoluto.

Sono stati criticati e intimiditi magistrati che hanno osato rispettare le perizie di periti d'ufficio e condannare le Asl a fornire i farmaci Mdb ai malati migliorati; sono state varate campagne di diffamazione e mistificazione ad opera di guitti di regime, sia facenti parte del mondo medico che di quello dell'informazione; sono stati monitorati i medici di base, con l'intento di dissuaderli dal prescrivere i farmaci mutuabili ai pazienti in Mdb; sono state poste in essere pressioni perchè cessasse la produzione di determinate specialità recepite nel Mdb; si vogliono coprire in ogni modo certi scandali della farmacologia istituzionale. Si è mai mosso qualcuno per denunciare queste illegalità? Per pretendere spiegazioni? Nossignore.
 
Ci rattrista, e sinceramente, leggere di esponenti politici colpiti dal tumore. Se qualcuno, anche dei più faziosi, si ammalasse e richiedesse aiuto a noi, ci prodigheremmo a suo favore nella più totale riservatezza. E può darsi che  lo abbiamo fatto.....

Detto questo, pur apprezzando, e sinceramente, i suoi buoni intenti, dobbiamo risponderle che non crediamo minimamente che qualche parte politica possa prendersi a cuore le sorti del Mdb e - cosa di gran lunga più importante - la salute e la vita dei cittadini. Significherebbe uscire "dall'allegra consorteria" e venire attaccati furiosamente da tutte le parti, perchè far emergere la verità sul Mdb significherebbe togliere la foglia di fico a questa società pseudodemocratica e pseudolibertaria, e far emergere storiche magagne pluridecennali. Questo alcuni politici, particolarmente i pochi che contano qualcosa, lo sanno, e di conseguenza si guardano bene dal compromettersi.

Mi creda, la soluzione è fuori d'Italia. Noi lo sappiamo perfettamente e infatti i nostri programmi ne tengono conto. Attualmente, poi, c'è  preoccupata fibrillazione presso certi ambienti nostrani. Già! Questo maledetto Mdb richiama loro i tafani che affliggono i cavalli: da più di quarant'anni "l'incubo" torna a ondate. Non sono riusciti ad eliminarlo nemmeno rischiando anni di galera con le malefatte della sperimentazione; non ci sono riusciti con prezzolate e costanti campagne di diffamazione; non ci sono riusciti evitando, contro ogni logica scientifica ed ogni etica, di porre a carico del SSN i farmaci che lo compongono.

La preoccupazione sta diventando oggi timor panico: lo stesso che serpeggia tra gregari e guardiaspalle dei boss mafiosi, quando, dopo aver fallito nell'eliminazione di qualche "infame" che crede ancora alla legalità, temono di venire convocati e, dopo grandi sorrisi e l'offerta di un caffè, ricevere una revolverata nella nuca.

Non siamo noi a doverci genuflettere e chiedere. Se qualcuno vuol fare il proprio dovere - forse sfugge loro, ma è un dovere - nei confronti di migliaia di poveri innocenti che tribolano per curarsi, sa benissimo cosa deve fare. Non sa come stiano le cose? Si informi.
Noi siamo sempre qua.

Un caro saluto

ADB

postato da: Mario (Torino) in data: 2015-01-19 11:59:53.0
Inizio con un grazie dal profondo del cuore allo Staff Di Bella, se non ci foste stati voi forse avremmo avuto paura a iniziare la cura.
Per ora le cose stanno andando molto bene (mamma) e lei sembra davvero un'altra persona. Prima aveva un pallore in viso e non aveva forze, ora è molto più in energia e specialmente il morale è completamente cambiato.

La cura è difficile da seguire perchè bisogna ricordarsi tante cose: quello a digiuno quell'altro a pranzo insieme a..ecceter. E' facile sbagliarsi se non si sta attenti. L'aiuto del dibella insieme è stato enorme e ho letto anche nel forum (è sterminato!!!!) il consiglio di scriversi tutto su un foglio: noi lo teniamo appeso in cucina e guai chi lo tocca.

Una domanda. Siccome grazie a Dio lavoriamo e non siamo sempre accanto alla mamma, io le preparo la sera tutto quello che si deve prendere come pillole o polvere (il calcio e la vitamina c) in barattolini con l'etichetta sopra. Si guastano i medicinali così?

Grazie di tutto e un saluto affettuoso

Maria Luisa

 

Leggere commenti come il suo rinfranca, perchè si ha la consolazione di "non girare a vuoto".
La terapia è molto meno complicata di quanto si creda. Occorre, semplicemente, diligenza e costanza. L'esperienza ci ha fatto rilevare come in realtà siano tanti i pazienti che, o per dimenticanza, o per stanchezza o....per incoscienza - diciamolo pure - fanno la cura per modo di dire.

Il Mdb viene strutturato con precise ragioni, pillola per pillola, fiala per fiala, perchè tutto ha una ragione ed una funzione. Possiamo dire in assoluta franchezza che tutti i pazienti che hanno vinto la malattia, nel passato recente o meno recente, sono stati tutti autentici cronometri svizzeri nel seguire la prescrizione.
Ci capita a volte di sentirci dire: "...quante medicine...!"; o anche: "non faranno male tutti quei medicinali?". Ricordiamo sempre la risposta di semplicità lapalissiana (e paziente) che dava il Prof. Luigi Di Bella, al quale toccò a volte di sentir dire queste sciocchezze: "caro signore/cara signora: se facessero male non le prescriverei".

"Gli "sgarratori" spesso non ammettono le loro pecche parlando col medico prescrittore: debolezza umana, ma anche informazione omessa che può alterare le decisioni del medico e...spiegare alcune mancate risposte alla terapia.

Sono la costanza e la pazienza le armi vincenti. Una semplice a apparentemente semplicistica osservazione: il tumore si insedia nell'organismo lentamente, gradualmente, ad opera di complessi meccanismi e fenomeni che portano ad una situazione permanente di "squilibrio". Se si tiene bene a mente questo concetto - pur espresso in forma assai generica e approssimativa - si comprende più facilmente l'importanza di assumere con precisione di dosi e tempi e con assoluta continuità i farmaci indicati. In altre parole, solo dimostrando la stessa certosina e sinistra costanza del tumore si può riuscire a indebolirlo prima e a dargli il foglio di via dopo.

Circa la sua domanda: sì, è possibile preparare il complesso della terapia anticipatamente, purchè si tratti di contenitori NON metallici, a tenuta d'aria, impermeabili alla luce. E' possibile anche preparare la siringa da inserire nel temporizzatore (si tratti di somatostatina o di octreotide). Naturalmente con le opportune misure igieniche e tenendo la siringa nella parte meno fredda del frigorifero.

Un cordiale saluto

STAFF D.B.I.

postato da: Luisa V. (Formia) in data: 2015-01-13 16:01:43.0
Buona sera allo staff.
Sarete a conoscenza del caso di Cassandra, la ragazza americana obbligata a fare la chemio.
E' possibile definire libera e civile una nazione così?

http://www.servizitelevideo.rai.it/televideo/
pub/notiziasolotesto.jsp?id=1007427&pagina=100&sottopagina=1
 

Sicuramente no. Non lo è alcun paese che consente al potere farmaceutico e sanitario di giungere a tanto.

Sotto il profilo umano e scientifico non possiamo che provare autentico orrore. Sotto quello "socio-politico" siamo convinti che il provvedimento sia un autentico boomerang, e segno evidente di affanno per un sistema sempre più screditato.

La notizia, grazie anche al fatto che i mass media statunitensi, pur controllati, lo sono meno dei nostri, non potrà che incrementare l'impopolarità dell'autoritarismo sanitario e rafforzare un movimento d'opinione contrario sempre più nutrito ed autorevolmente rappresentato.

L'hobby dello spararsi sulle scarpe non è evidentemente diffuso soltanto in Italia....

Un caro saluto

STAFF D.B.I.
postato da: F.B. (TV) in data: 2015-01-09 16:22:02.0
Caro Adolfo,
mentre qualcuno si straccia le vesti se qualche ammalato riesce ad avere pagata dallo stato la cura MDB (poche migliaia di € l' anno) o per i tre milioni che costerebbe la sperimentazione Stamina (per dare risposte chiare agli ammalati che al momento attuale credo si sentano solo presi per il c... da questo stato) il servizio ( o meglio disservizio) sanitario nazionale sperpera oltre 20 miliardi di € l' anno.



Caro Simone,
La cosa più grave è che a pagare questi sprechi sono molti malati con la loro vita, e tutti i cittadini con un'imposizione fiscale ipertrofica e forsennata.

Vittime di questa corruzione più endemica che diffusa sono anche i medici onesti, costretti a subire le imposizioni prescrittive e comportamentali di un indisturbato potere farmacologico, perfettamente coerente al clima generale del paese.

Possiamo sperare soltanto che tra una "tassing review" e l'altra gli italiani si sveglino e, con la loro protesta, facciano capire ai potentati parassitari che è davvero giunta l'ora di finirla.

Un caro saluto

ADB
postato da: Simone (Lendinara) in data: 2015-01-09 12:39:00.0
Cos'è, di recente tutti "riscoprono" la Melatonina e le sue potenzialità?

http://www.mdtmag.com/news/2015/01/melatonin-patch-could-save-countless-infants-developing-countries


Anche se si tratta di caratteristiche della molecola considerate ovvie ed applicate oltre 40 anni fa da un certo signore.....ben vengano studi e, soprattutto, impieghi clinici della melatonina.
La medicina di certi "eminentissimi" contemporanei ben di rado riesce ad andare oltre al cortisone (chiacchiere a parte).

Non ci resta che sperare - come nelle fiabe - che il bacio del Principe della Coscienza e dello Studio risvegli la medicina da un letargo che rischia ormai di divenire coma.

Un cordiale saluto e grazie della segnalazione

STAFF D.B.I.

postato da: Mic (Frosinone) in data: 2015-01-08 14:14:22.0

Buongiorno. Ho iniziato la terapia di prevenzione con i galenici....ho notato che dopo l'assunzione dei retinoidi mi viene un leggero mal di testa...non ho mai sofferto di mal di testa in tutta la mia vita...però ho notato questa cosa....li ho presi 3 volte e per 3 volte dopo un'oretta mi compare questo mal di testa leggero ma fastidioso....è una reazione al galenico? Grazie
cordiali saluti
Paolo


Il sintomo accusato costituisce un inedito. Non siamo in grado di dire di più.
La cosa potrebbe derivare anche dalla fattura del galenico, ove non preparato congruamente da farmacia accreditata.
Eventualmente ci contatti al ns indirizzo mail (info@dibellainsieme.org).

Cordiali saluti

STAFF D.B.I.

postato da: Paolo (Trieste) in data: 2015-01-08 09:17:03.0

Buongiorno.
Come devono essere conservati i RETINOIDI?
Della spedizione tramite corriere ci dobbiamo fidare?
Lo chiedo perchè la farmacia mi ha spedito i medicinali tramite corriere...
Grazie
E auguri di un buon anno!!


Ricambiamo gli auguri. Che sia un buon 2015 per tutti.

I retinoidi non richiedono particolari cautele nella spedizione. Una volta disponibili, debbono essere conservati fuori dal frigo, lontani da dirette fonti di calore e - la cosa che più interessa - al chiuso, riparati dalla luce.

Un caro saluto

STAFF D.B.I.

postato da: marco (udine) in data: 2015-01-05 13:03:32.0

Nell'augurare Buon Anno al Di Bella Insieme, ad Adolfo e a tutta la famiglia Di Bella, vorrei anche io dire a...(omissis) che anche dopo la sentenza di Foggia, pur di non ammettere quella che è da sempre l'evidenza, i  vari Tirelli si inventeranno ancora una volta un'altra favola da spacciare al grande pubblico.
 
Ed è proprio per questo che vorrei fare un appello a tutti coloro che si stanno curando con il MDB: ARMATEVI DI CORAGGIO E FATEVI SENTIRE, RACCONTANDO LA VOSTRA STORIA. FATELO PER VOI MA ANCHE PER NOI...


Ivano (l'omissis risponde al fine di non dare importanza a persone senza importanza...) l'appello è da noi del tutto condiviso.
Sarebbe tempo si capisse che non si può continuare ad andare a traino senza prendere iniziative personali.

Un caro saluto

STAFF D.B.I.

postato da: Ivano (Wroclaw) in data: 2015-01-05 11:15:43.0

La sentenza di Foggia è stata una bella mazzata per i denigratori del Mdb. Come qualcuno ha detto, due miracoli in famiglia sono un poco troppi per essere miracoli.
Dr. Adolfo, possiamo aspettarci qualche ravvedimento nei mistificatori di professione?
 

Vorrei osservare come prima cosa che di questi "miracoli" se ne trovano in ogni parte d'Italia, e i censori del Mdb lo sanno più di chiunque altro. Non più tardi di pochi giorni fa ne ho avuto ulteriore conferma da una persona che, fresca di diagnosi, ha deciso senza tentennamenti di affidarsi alla terapia in quanto conosce personalmente alcuni pazienti guariti da oltre vent'anni grazie al Mdb.


Di eccezionalità nel caso delle signore di Foggia ce n'è dunque ben poca.

Per tale motivo non credo si possa sperare in "ravvedimenti", anche perchè questi, con l'aiuto della Provvidenza, possono riguardare solo gli esseri umani.
Diverso invece l'effetto su non pochi giovani medici, che con nostra lieta sorpresa si interessano al Mdb in misura e numero crescenti.

La "mazzata", come lei scrive, c'è stata, e balza all'attenzione di tutti per il silenzio seguìto alla notizia, prontamente imbrigliata, ed epurata dalla maggior parte delle testate. Ma vedrà che qualche scagnozzino escogiterà presto arcane e complesse congiunzioni astrali per spiegare l'accaduto e superare l'afflizione generale.

Mi torna in mente un racconto paradossale di Giovannino Guareschi. Soffrendo di continue cefalee, il protagonista si reca dal medico, che non rilevando nulla di anomalo nel corso della visita, passa a tempestarlo di domande sulle sue abitudini di vita. Finalmente il paziente lo informa distrattamente che ogni tanto degusta qualche caramella di menta. Al che il medico fa un balzo sulla sedia ed esclama: "ecco la causa! Da oggi niente più caramelle di menta!". E le cefalee scompaiono.

Consiglierei, sulla scorta di questo gustoso racconto, di attribuire la guarigione delle signore alla loro abitudine di consumare chewing gum.

Un caro saluto

ADB

postato da: F.B. (TV) in data: 2015-01-03 16:41:33.0
Buonasera, mi chiamo Anastasia e scrivo da Pistoia. Vorrei gentilmente chiedere se il metodo Di Bella può essere utile in caso di artrite reumatoide. Ringrazio in anticipo per l'attenzione che vorrete dedicarmi. Invio a tutto lo staff, ad Adolfo ed al Dott. Giuseppe e famiglia sinceri auguri per il nuovo anno. Anastasia

 

Grazie degli auguri, che ricambiamo.

L'artite reumatoide è trattabile non con Mdb, ma con apposite formulazioni a suo tempo ideate ed applicate dal Prof. Luigi Di Bella.

Oggi occorre rivolgersi ad uno dei pochissimi medici Mdb con esperienza specifica in merito. Eventualmente ci contatti per avere indicazioni in merito (info@dibellainsieme.org).

Un cordiale saluto

STAFF D.B.I.

postato da: anastasia (Pistoia) in data: 2015-01-02 15:09:07.0

Gent.mo Staff,
desideravo sapere se l'eparina può contrastare con la terapia Di Bella. Stessa domanda per cortisone e antibiotici... Grazie
Cordiali saluti


Il Mdb si muove nell'ambito della più rigorosa tradizione medico-scientifica e rifugge dall'inammissibile contestazione globale di questa, come accade per le cd. "medicine alternative". Quindi non si dovrebbe parlare di conciliabilità di un farmaco con il Mdb, ma con la cultura medica.

Questo cappello contiene in sè la risposta. L'eparina trova giustificazione d'impiego come anticoagulante, da somministrare in ben precise situazioni d'impiego. Non di rado, specie dopo interventi chirurgici, viene a ragione consigliata allo scopo di evitare pericolosi coaguli sanguigni. E' casomai da evitare l'impiego prolungato. La Melatonina coniugata, dopo un primo breve periodo di somministrazione di eparina, dovrebbe sostituirne (e lo fa più che validamente) la funzione. Purtroppo la medicina protocollare ed una anacronistica incultura ne fanno ignorare queste preziose caratteristiche.

Sul cortisone non abbiamo mai mancato di denunciarne un assurdo e controproducente abuso, causa anche di gravi danni all'organismo. I cortisonici, in una corretta visione terapeutica, dovrebbero essere farmaci "spot", da impiegare quando ne sussistano ben precise ragioni e per breve termine. Nella realtà vengono invece a costituire una sorta di belletto per celare deficit di preparazione professionale ed un comodo escamotage per sbarazzarsi del paziente...che scotta (sia sotto il profilo diagnostico che terapeutico).
Nell'ambito della terapia oncologica con Mdb esso viene sostituito dall'Acth, che ne possiede molte caratteristiche senza condividerne i gravi effetti collaterali (una volta tenuto conto della pressione sistemica e dei valori glicemici: cfr.
http://www.metododibella.org/it/mdb/
dettaglioPrincipioAttivo.do?idPa=8739
 ).

Gli antibiotici costituiscono indubbiamernte una delle più importanti conquiste del progresso scientifico, a condizione - coerentemente a quanto avvertito prima - che siano impiegati opportunamente: cioè ove la loro somministrazione sia insostituibile, nelle posologie giuste, per il tempo necessario e dopo un doveroso computo del rapporto beneficio/ritorni negativi.
Nei casi in cui queste condizioni sussistessero, sarebbe inescusabile e gravemente colpevole non servirsene (come avviene - per mettere nuovamente il dito sulla piaga - in certe empiriche e surreali concezioni "alternative").

Certo è che se oggi con aria compunta si dichiara che sono attivi solo nelle forme patologiche di genesi batterica e da evitarsi in quelle di natura virale, in un passato recente, prolungatosi per decenni, sono stati propinati fiumi di antibiotici là dove non esisteva alcuna ragione di impiego razionale: a sicuro danno delle difese immunitarie dei pazienti, di funzioni fondamentali delll'organismo, e ad altrettanto sicuro beneficio dei ceppi batterici - resi nei decenni sempre più resistenti - e del cinismo speculativo delle case farmaceutiche.

Esprimersi in modo più preciso sarebbe fuori luogo, specie nel breve spazio di un forum. Occorre agire sempre con equilibrio e in particolare, in corso di trattamento con Mdb, con estrema cautela e mano leggera.

In conclusione, c'è da augurarsi che il proprio medico prenda decisioni ragionate e giustificate ed eviti di imbottire di antibiotici il paziente al primo colpo di tosse od al primo rialzo termico, ricorrendo invece a presidi innocui (se sufficienti nel caso specifico) come Lisozima, vit. A. vit. C, gammaglobuline.

Un cordiale saluto

STAFF D.B.I. 

postato da: Daiana (Pescara) in data: 2015-01-01 19:27:58.0
Tantissimi auguri di Buon anno a tutti gli amici del forum e a tutta la famiglia Di Bella. Liliana
postato da: liliana (roma) in data: 2015-01-01 09:23:04.0

Gent.mo staff, scusate se vado in OT ma vorrei sapere se esiste ancora in commercio il cliochinolo per poter curare insieme al lisozima problemi intestinali. Grazie.


Il cliochinolo è reperibile presso le farmacie galeniche accreditate sotto forma di capsule. Il farmacista non fa altro che dosare la polvere della sostanza pura.

La combinazione con il Lisozima è in grado di risolvere la maggior parte dei problemi di origine gastro-enterica -senza la minima controindicazione - specie se abbinata a fermenti lattici vivi (quelli da frigo, per intenderci):
http://www.metododibella.org/it/mdb/
dettaglioPrincipioAttivo.do?idPa=8760

 
Un cordiale saluto

STAFF D.B.I.

postato da: peppe (bari) in data: 2014-12-28 00:00:27.0
Finalmente dopo un anno di MDB la mia Pet e la mia RMN risultano NEGATIVE (AVEVO un tumore metastatico al IV stadio con metastasi diffuse, ben 7 delle quali all'encefalo)....ho contratto un mutuo bancario per potermi curare ed ho usato i soldi di mia figlia, studentessa universitaria.
 
E' un ingiustizia che i malati oncologici che scelgono di curarsi con terapie non convenzionali siano costretti a questo massacro!!! Ora mi chiedo! Ma i nostri cari Giudici a cosa pensano quando ci negano il rimborso delle terapie? (Dobbiamo forse rivolgerci tutti al Tribunale di Foggia??).

Vergogna!!!.....I Nostri Cari politici dove sono? Possibile che nessuno di loro impatti con una malattia così terribile e prenda finalmente in mano la situazione facendo obbligatoriamente rimborsare dalle varie ASL solo le terapie che si dimostrano veramente efficaci, mettendo magari al bando protocolli inutili, tossici e stracostosi solo per compiacere le case farmaceutiche????

Grazie ancora Giuseppe!!! La Salute non ha prezzo!!!! SVEGLIATEVI!!!!
postato da: Iva62 (Cagliari) in data: 2014-12-26 07:43:49.0
Caro staff del Di Bella Insieme, caro Adolfo, caro Giuseppe, nel ringraziarvi come sempre per tutto quello che fate per i malati e per i loro familiari, vi auguro di trascorrere le festività natalizie in serenità, e mettere da parte per qualche giorno i mille pensieri e le mille difficoltà che quotidianamente incontrate per far affermare quella che è una verità sacrosanta, per ripartire con il nuovo con le batterie belle cariche per raggiungere finalmente la meta di una vita...


Grazie Ivano, e grazie ai tanti che via mail hanno manifestato il loro appoggio ed il loro affetto.

Sarebbe illusorio sperare di ottenere giustizia in un mondo controllato e infiltrato di marcio fino all'osso. Invece non lo è, visto che si moltiplicano i segni inequivocabili della crisi di questo sistema disumano.

Occorrerà ancora tempo, ma, come già detto, il sole nero di questa tirannia occulta sta cominciando a calare. Non è vero che il numero è potenza. Questo non può valere nel lungo termine, perchè la qualità finisce sempre per prevalere sulla quantità: qualità di persone timorate di Dio - come un tempo era consentito dire - rispetto ai posseduti dal male.

D'altronde "le verità più semplici sono quelle alle quali si arriva più tardi" (L. Feuerbach, Zur Beurteilung der Schrift - Das Wesen d. Christenth).
 
Auguri e un abbraccio

ADB

postato da: Ivano (wroclaw) in data: 2014-12-24 09:46:09.0
Caro Di Bella Insieme,
desideravo solo esprimerti che il mio impegno - del tutto trascurabile - profuso nel blog di Gioia, esempio di coraggio e intelligenza, non mi ha distolto un giorno dal dedicarti il primo clic.
Da qui sono partito per un lungo viaggio che mi ha consentito di scoprire un mondo meraviglioso che non conoscevo e qui ritorno sempre volentieri non dimenticando mai il caldo benvenuto con cui più di sei anni fa fui accolto.
Un sentito ringraziamento per tutto ciò che rappresenti e sinceri auguri di buone feste.
postato da: Nivel (Modena) in data: 2014-12-24 00:42:21.0
Un saluto ed un augurio di serene festività a tutto lo staff DBI e a tutta la fondazione. Ad Adolfo per la tua vicinanza a noi tutti, ad Alessandro R. e Simone che stanno lavorando alacremente al nuovo sito, a tutti i ricercatori e al prezioso Giuseppe.
Grazie grazie grazie sempre.
postato da: Fabrizio (Rovigo) in data: 2014-12-23 17:02:11.0

Cari amici del DiBellaInsieme la nostra Locati ha colpito ancora 

http://www.ilgiornale.it/news/politica/cura-bella-lasl-rimborsi-giudice-riapre-polemica-1077968.html

L' articolo è presente anche nella versione cartacea. Buona lettura.
P.S. commentate numerosi.


Caro Simone,
E' stata una piacevole sorpresa questa mattina ricevere avviso dell'articolo uscito e leggerlo: una signora e la figlia salvate, grazie al Mdb, da una situazione nella quale non si sa siano state più le "cure" o la malattia a precipitarle.

Un po' difficile gridare alla guarigione spontanea..... Come già scritto altre volte, o si accetta la tesi miracolistica, e allora si corra tutti in piazza San Pietro al grido di "Santo subito" per il Prof. Di Bella; o si tace e ci si fa un energico shampoo di coscienza, sperando che in certi soggetti ne sia rimasta traccia!

Senza dimenticare che senza la mano fatata di mio fratello Giuseppe il "miracolo" avrebbe avuto minori probabilità di verificarsi...

Un augurio dal cuore perchè il mondo migliori; auguri sinceri di Buon Natale a tutti voi; un augurio e saluto particolari alla giornalista Gioia Locati, che ha avuto il raro coraggio - oggi confinante con la temerarietà -  di scrivere la verità.

Adolfo Di Bella

postato da: Simone (Lendinara) in data: 2014-12-23 12:06:48.0
23/12/2014
Caro Adolfo ed amici del forum, invio a tutti un carissimo augurio di Buone feste Natalizie, non curandoci dei vari detrattori del metodo Di Bella.
 
Pensiamo solo a continuare a curare gli ammalati nel vero senso del termine, cercando di essere vicino a loro nel migliore dei modi possibile. Sappiamo di avere tra le mani la vera cura della malattia neoplastica: il metodo Di Bella. Il resto conta nulla.
Buon Natale e felice Anno Nuovo Landolfi Michele
 
postato da: Landolfi Michele (Bussero) in data: 2014-12-23 11:32:31.0
Ti ho appena letto Adolfo, voglio ringraziarti per le belle parole che ci hai dedicato e per le significative testimonianze citate. Tantissimi auguri a tutti, buon Natale. Il prossimo anno sarà difficile da affrontare come tutti gli anni passati, ci saranno tanti ostacoli in più,  grazie ai tanti che hanno gestito questo nostro paese in modo vergognoso. Loro immeritatamente ricchi e potenti ci hanno tolto la possibilità di vivere e di curarci dignitosamente. Auguro a tutti un anno sereno.

Sandra  V.

Ho preferito dare una limatina al nome, proprio per difendere Sandra da possibili cattiverie.

Infatti in questo periodo assistiamo a particolari manifestazioni di livore: segno incoraggiante per tutti noi.

Ricambio cordialmente gli auguri, in attesa di trasformarli in congratulazioni...

ADB

postato da: Ale (foligno) in data: 2014-12-23 05:32:25.0

Fare gli auguri nel clima così triste di un Paese disastrato rischia di tradursi in una convenzione vuota. Ai guai che sempre insidiano il genere umano si aggiungono problemi e difficoltà di ogni genere, ai quali è meglio accennare soltanto, evitando di descriverli per non deprimersi troppo.


Il pensiero va anzitutto ai malati in cura ed alle loro famiglie. A tutti i malati. Giorni fa ho guardato l'ala del locale Policlinico che ospita il centro oncologico. Uno dei consueti mostri di cemento, cui certo non giova il tentativo di attenuarne l'orrore con un'asettica tinta verde. Impossibile non immaginare le tragedie che si consumano al loro interno, le assicurazioni e rassicurazioni infondate, l'ansia indescrivibile dei ricoverati, la trepidazione ad ogni sintomo, la nostalgia struggente dell'ambiente familiare. Si cerca di stornare l'attenzione da queste tragedie, da questi drammi oscurati, rivolgendosi alle non poche notizie che descrivono realtà diverse.


Così è stato qualche settimana fa, quando mi è venuta a salutare Maria T. col figliolo. Sono passati esattamente quarant'anni da quando, dopo gli ultimi inutili tentativi con le cure consuete, suonò al campanello degli Istituti Biologici in via Campi 287, Modena. Un uomo in camice bianco, dai capelli bianchi, esaminò la sua documentazione clinica e la visitò. Non le diede assicurazioni categoriche, ma solo un foglio del ricettario riempito di calligrafia minuta e chiarissima, congedandola con un "vediamo".

Con lei è tornato tra le pareti della mia casa il suo salvatore.


Così è stato per l'amico M.A., che spesso in modo irruento ha narrato la sua storia sulle pagine del Forum. Carcinoma polmonare esteso nel 2000. Inequivocabile la diagnosi, dimostrata da tac e dall'esame istologico. Stentava a respirare quando stava in posizione supina. Dopo poche settimane di terapia prescritta dal "suo professore", come lo chiamava, l'affanno era sparito. Dopo un anno e mezzo l'oncologo locale, dovendo ammettere la scomparsa di ogni segno del male e non potendo appellarsi ad errori di diagnosi, lo congedò bruscamente, senza voler approfondire i motivi di quella "regressione spontanea". M.A. non è più tra noi dallo scorso anno, tradito dal cuore, da sempre fonte di problemi. Ma è mancato serenamente, ultranovantenne, e senza traccia del mostro che lo avrebbe altrimenti devastato.


Così è stato per quello zampillo di vita che è la signora M.L., che problemi di occupazione avevano costretto ad una terapia monca e discontinua, dopo la remissione totale ottenuta - partendo da una situazione critica - con il Mdb. Al primo pur piccolo segno di ripresa del male la solidarietà umana, che ancora resiste a quest'epoca di ladrocini, falsità e retorico cinismo, le ha consentito di riguadagnare  la remissione compromessa e di scrivermi: "....mi barcameno piena di gioia e continuo a dire a tutti di essere felici anche per quel poco che si ha....."; e poco dopo, riferendosi all'ambiente ospedaliero presso il quale ha fatto i recenti e rassicuranti esami diagnostici: "....tra l'altro è tutto troppo buffo, perché tutti vogliono sapere della cura DiB infermieri che mi dicono 'signora dia qui facciamo noi le copie della lettera (sì perchè io giro sempre con le copie in borsa!) e le distribuiamo noi, bisogna far sapere......'; "Dal mio cuore che scoppia di energia e di amore vi auguro, e a tutta la family, ogni bene più caro perchè questo Natale vi porti tutti i desideri che nutrite, tanta gioia e pace, un abbraccio grandissimo!".


Il mistero della vita e dei destini umani si affaccia confrontando la sorte di coloro che non ci sono più e quella di quanti - e non sono certo pochi - vivono ormai affrancati dal dolore del dolore e dal dolore dell'angoscia. Possiamo solo sentire l'eco dei nostri "perché", e non le risposte che vorremmo udire, ma probabilmente non capire. Per cui non ci resta che inchinarci di fronte all'Eterno, consapevoli che una Sua scintilla è dentro di noi e, come tale, è destinata a non spegnersi mai.


La stessa considerazione soccorre di fronte all'immoto silenzio di uno studio, in via Marianini a Modena. Pochi anni fa - "sembra ieri", ci dice una voce affranta, dentro di noi - era tutto un via vai e, quando con le ombre della sera tornava un po' di posa, la sua voce stanca, ma pacata, calda di amore, scioglieva ogni groppo dell'animo.  Ora la poltrona è vuota, e sotto il telo trasparente che la protegge dalla polvere il volume de "il poeta della scienza", posto tra un mazzo di rose di stoffa, evoca l'occupante di undici anni fa.


Ma sono sicuro che al tonfo del portone che si chiude riapparirà, facendosi da diafana sempre più netta, la figura dal camice e dai capelli bianchi, e che, alla luce giallognola della lampada, penserà a tutti coloro che soffrono e sperano, per vegliare su di loro e intercedere presso la Grande Scintilla che ha creato noi e l'universo intero.


Buon Natale a tutti


 

Adolfo Di Bella

postato da: Adolfo Di Bella (Modena) in data: 2014-12-22 19:49:24.0
AUGURI PROF..... UN GRANDE ED IMMENSO GRAZIE
postato da: pasquale (sala consilina) in data: 2014-12-22 14:54:21.0
Amici del forum, vorrei fare a tutti voi e in particolare alla famiglia Di Bella, che ricordiamoci lavora per noi, tanti auguri di buone feste e tanta salute. Un abbraccio a tutti Liliana
postato da: liliana (roma) in data: 2014-12-20 13:37:01.0
Comunicato.

Siamo stati richiesti di un commento riguardante disavventure giudiziarie relative a tal Domenico Biscardi.

Non è compito nostro ma della Giustizia esprimere valutazioni di  ordine giuridico, ma teniamo soltanto a precisare che la persona in questione nulla ha a che fare, nè mai ha avuto a che fare con la Fondazione Di Bella, la corretta prescrizione del Metodo Di Bella, i medici prescrittori accreditati, e che mai è stato indicato a pazienti quale medico Mdb. Anzi, in risposta a richieste di informazioni giunteci, abbiamo ribadito - senza esprimere giudizi personali - che il nominativo non faceva parte dei medici accreditati.
 
Le prescrizioni riferiteci sono fra l'altro risultate incompatibili con una corretta prassi prescrittiva, sia per omissione di princìpi attivi fondamentali, che per l'arbitraria aggiunta di presunti strumenti terapeutici, mai contemplati nel Mdb in quanto ritenuti privi di supporti scientifici.
 
Non abbiamo mai mancato di esprimere, nelle forme e nelle sedi opportune, la nostra posizione di fronte a misure potenzialmente lesive della libertà professionale del medico, ma è palese che nel caso che ricorre siano prive di fondamento eventuali proteste per i provvedimenti giudiziari a carico del nominativo di cui sopra, del tutto legittimi, e per certi versi doverosi, se sarà appurata l'assenza dei titoli previsti dalla legge per l'esercizio della professione medica.

In questa spiacevole circostanza, ribadiamo, e raccomandiamo, come mai ci siamo stancati di fare a difesa della salute e della buona fede dei pazienti, di chiederci sempre conferma su nominativi di medici indicati eventualmente da persone non autorizzate, e di non farli, a propria volta, ad altri.

I fatti di cronaca relativi al caso in questione siano di monito nei confronti di alcuni comportamenti disinvolti ed irresponsabili, dei quali sono i malati a farne le spese, oltre che l'immagine del Metodo.

 
STAFF D.B.I.
postato da: STAFF D.B.I. (Modena) in data: 2014-12-17 11:27:12.0
Buona sera...sono in cura MDB da luglio 2014.... per neoformazione polipolide al giunto retto-sigma. Premetto che già due anni fa...(omissis).....Tra qualche giorno mi chiamerà il chirurgo per l'intervento, posso non farlo e andare avanti con la cura? Sono ancora abbastanza giovane e non mi voglio fare mutilare.....


Abbiamo omesso buona parte del testo, non avendo noi veste e competenza per dare risposta a quesiti specifici. La decisione deve essere appoggiata ad un parere competente, sul quale lei può contare: a questo, e non al nostro, dovrebbe pertanto affidarsi. Possiamo quindi riferirle soltanto una nostra sensazione, e cioè che le pressioni perchè lei si sottoponga ad intervento chirurgico non ci sembrano sufficientemente motivate.

Un cordiale saluto

STAFF D.B.I.

postato da: carmelo (vimodrone) in data: 2014-12-11 01:10:31.0
Gentile Sig. Adolfo, salve, approfitto di questo spazio per esporre l'evoluzione clinica della patologia che affligge la mia amata moglie, 42 anni, affetta da glioblastoma. Ad oggi siamo al 26° mese dalla scoperta della malattia e siamo entrambi a gestire la nostra piccola pasticceria siciliana in quel della Provincia di Milano.
 
L'ultimo controllo (6 novembre) ci conferma la completa stabilità della lesione la quale, ci dice il caro Dott. Giuseppe, non produce nemmeno liquido nè versamenti ematici. Il difficile cammino, dopo l'iniziale sbandamento, è cominciato con intervento chirurgico e solo con l'inizio del protocollo Stupp della terapia ufficiale, e cioè 30 sedute di radio e concomitante temodal. Scrivo "solo" perchè il 25 febbraio 2013 è stato l'ultimo giorno di terapie ufficiali a cui si è sottoposta mia moglie.

MDB dal 14 febbraio 2013 (in realtà già al 23-12-2012, ma una donnaccia della radioterapia ci ha indotto all'errore di sospendere il 15-01-2013). Da allora sono passati quasi 1 anno e 10 mesi. Su consiglio del Dott. Giuseppe abbiamo cercato un neurologo che monitorasse il dosaggio degli antiepilettici e abbiamo preso appuntamento con il primario della neurologia dove mia moglie fu ricoverata la prima volta. Il medico, che riceveva in privato presso la stessa struttura, è stato molto accurato e ho ritenuto di fargli un quadro chiaro e preciso della nostra situazione. Tralasciando il discorso sugli antiepilettici, ho chiesto anche una sua valutazione sull'ultimo controllo."Ha il cd?": "certo" rispondo.
Lo confronta con la primissima di tutte le RNM che ha in memoria nel data-base dell'ospedale e mi accenna al fatto che nell'intervento è stato asportato il 70-80% della lesione. No, rispondo, mi consenta di contestare questo dato perchè dopo appena 45 gg dopo l'intervento mia moglie ha avuto un crisi epilettica generalizzata e la RMN riferiva una situazione simile a quella PRIMA dell'intervento, quindi a meno che si tratti di un fulmine di tumore non è stata asportata tutta quella quantità.
 
Gli dò il cd in questione e in effetti conferma il mio sospetto. Infine chiedo come vede la cosa all'ultimo controllo e ci dice "beh, medicina ufficiale o cura Di Bella non saprei, ma il tumore è decisamente RIDOTTO". Che dire! Pensiamo di passare un sereno e felice Natale, ma mi chiedo se questi referti non siano redatti con un tantino di "ferro dietro la porta", recita un vecchio proverbio siciliano, specialmente l'ultimo che è stato fatto in un'altra struttura rispetto a tutte le precedenti, alla quale abbiamo dichiarato che facciamo MDB: hanno scritto in maniera da non sbilanciarsi, neutrale, politicamente corretto per così dire.

Un caloroso saluto allo staff e visitors del forum. 


 
Caro sig. Antonino,
I comportamenti dei sanitari che lei descrive con tanta immediatezza non sono quelli che sarebbe augurabile fossero: lo abbiamo scritto tante volte e non val la pena ribadirlo. Ma sono i fatti che contano, ed i fatti ci dicono che anche in una patologia così severa, che ordinariamente non lascia scampo e fa rilevare rapide evoluzioni negative, il Mdb ha inciso significativamente sul male, riuscendo a imbrigliarlo, impedirgli di crescere e facendogli perdere la sua virulenza.
 
Confidiamo tutti che col tempo giungeranno nuove e ancor più radicali migliorie.
Bisogna andare per tappe, e la prossima è quella di un Natale sereno in famiglia, in occasione del quale sentirci tutti vicini e, quindi, più forti.

In attesa di rileggerla presto e di scambiarci gli auguri, un caro saluto a lei ed alla signora

Adolfo Di Bella

postato da: Antonino (Cesate ) in data: 2014-12-10 18:41:59.0



30 commenti postati | Inserisci commento nel Piccolo Forum